Lunedì 19 Agosto 2019 | 14:32

NEWS DALLA SEZIONE

viabilità
L'allarme dell'ass. Giannini: «Bari rischia di perdere i fondi per la 16»

L'allarme dell'ass. Giannini: «Bari rischia di perdere i fondi per la 16»

 
La denuncia
«Noi disabili in difficoltà a Torre Quetta chiediamo aiuto a Comune e Regione»

«Noi disabili in difficoltà a Torre Quetta chiediamo aiuto a Comune e Regione»

 
Il caso
Ruvo, cittadino raccoglie rifiuti ma viene multato: «Ha spostato l'immondizia»

Ruvo, cittadino raccoglie rifiuti ma viene multato: «Ha spostato l'immondizia»

 
Il caso
Bari, tenta di rubare portafoglio a turisti: denunciato

Bari, tenta di rubare portafoglio a turisti: denunciato

 
Guardia costiera
Polignano, stop bagni a Lama Monachile: pericolo nuovi crolli

Polignano, stop bagni a Lama Monachile: pericolo nuovi crolli. L'Ordinanza

 
Politica
L'ira di Altieri: «Emiliano rispetti i leghisti pugliesi»

L'ira di Altieri: «Emiliano rispetti i leghisti pugliesi»

 
Bollino rosso
Bari, auto in fiamme sull'A14: coda lunga 4 km e traffico in tilt

Bari, auto in fiamme sull'A14: coda lunga 4 km e traffico in tilt

 
Disagi in spiaggia
Monopoli, sversati liquami in mare: divieto balneazione al Lido Bianco

Monopoli, sversati liquami in mare: divieto balneazione a Porto Bianco

 
«The Nest»
La Puglia sbanca nel mondo horror: ecco l'opera del cineasta De Feo

La Puglia sbanca nel mondo horror: ecco l'opera del cineasta barese De Feo

 
Il caso
Choc a Monopoli, una «Maria nera» ruba la scena alla «Madonna della Madia»

Choc a Monopoli, una «Maria nera» ruba la scena alla «Madonna della Madia»

 

Il Biancorosso

Coppa Italia
Bari perde ad Avellino 1-0, sfiorato gol alla fine

Bari perde ad Avellino 1-0, sfiorato gol alla fine

 

NEWS DALLE PROVINCE

Leccea Melpignano
Gué Pequeno alla Notte della Taranta: «La pizzica come il rap è musica pop»

Gué Pequeno alla Notte della Taranta: «La pizzica come il rap è musica pop»

 
FoggiaGiovani e la musica
La leggenda del pianista di Apricena: dalla Puglia a Morricone e alla Tv

La leggenda del pianista di Apricena: dalla Puglia a Morricone e alla Tv

 
PotenzaLa storia a lieto fine
Potenza, il treno parte e lui resta a bordo: papà "abbandona" figlia a terra

Potenza, il treno parte e lui resta a bordo: papà "abbandona" figlia a terra

 
Bariviabilità
L'allarme dell'ass. Giannini: «Bari rischia di perdere i fondi per la 16»

L'allarme dell'ass. Giannini: «Bari rischia di perdere i fondi per la 16»

 
BatIl furto
Barletta, ruba monete dalla cassetta delle offerte: arrestato

Barletta, ruba monete in chiesa dalla cassetta delle offerte: arrestato

 
MateraI dati del Sole 24 ore
Tempo libero, maglia nera per la Basilicata: in fondo alla classifica Matera e Potenza

Tempo libero, maglia nera per la Basilicata: in fondo alla classifica Matera e Potenza

 
BrindisiAtti vandalici
Ceglie Messapica, vandali al castello: 3 turisti minorenni denunciati

Ceglie Messapica, vandali al castello: 3 turisti minorenni denunciati

 

i più letti

Mostra a cielo aperto

Sui balconi di Bari vecchia i quadri «collettivi» dipinti dai cittadini

L'iniziativa della bottega itinerante e partecipativa è nata dall'idea del maestro d'arte Maria Pierno con la Rete civica urbana Murat-San Nicola

BARI - Quadri dipinti per strada da cittadini comuni ed esposti sui balconi del borgo antico di Bari: ecco l'effetto di questa galleria d'arte a cielo aperto, dal titolo  «Il coraggio che muove le acque», allestita nella città vecchia del capoluogo pugliese.

L'evento «A Mani Libere», inaugurato oggi e visibile fino al 28 luglio, è stato ideato dal maestro d'arte Maria Pierno e promosso dalla Rete civica urbana Murat-San Nicola. Si tratta di 15 azioni creative realizzate nel giro di un mese in una sorta di bottega itinerante e in maniera del tutto collettiva da parte di residenti, studenti universitari e visitatori di ogni fascia di età. Il tema scelto per sette di questi dipinti collettivi è l’acqua, tanto caro ad Isabella d’Aragona ed a sua figlia Bona Sforza. 
Il progetto che la RCU Murat- San Nicola ha scelto quale filo rosso per legare in buona parte le attività della propria rete, si rifà infatti, alla visione della “Città ideale” immaginata da Isabella d’Aragona nel 1500.

I cittadini, fermati casualmente per strada e guidati poi dalla Pierno, hanno dipinto le tele-lenzuolo dedicandosi a colori e pennelli in una serie di laboratori che si sono tenuti in piazza Cesare Battisti e nel borgo antico. Le tele rimarranno esposte in esterna, grazie ai residenti di Bari Vecchia, che hanno messo a disposizione i loro balconi nei pressi dell'arco dei Meravigli e in strada Filioli. 

Al termine dell'esposizione il presidente del primo municipio Leonetti ha deciso di far proseguire l'evento all'interno degli uffici comunali. Una delle opere sarà lasciata in dono al Municipio 1.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie