Mercoledì 24 Ottobre 2018 | 07:41

NEWS DALLA SEZIONE

Giornata mondiale dell'osteoporosi

 

«Cipolla, lacrime, sapori e salute

 
INDAGINE EIKON GILEAD E 66 PREMI DEI BANDI GILEAD

Innovazione tra tecnologia, ricerca e comunità

 

Terapia a base di cellule staminali: Takeda Italia vince premio per innovazione

 

Premio giornalistico «Riccardo Tomassetti»

 

Nel diabete, «l'occhio vuole la sua parte»

 

«Silver Generation» over 65: internet è il mio mestiere, ma l'udito no

 

Lenti intraoculari di ultima generazione

 

Diabete di tipo 2

 

Tubercolosi: in Italia 12 ammalati al giorno, 350 morti l'anno

 

Atrofia muscolare spinale: da diagnosi a quasi morte certa a diagnosi con terapia

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più visti della sezione

i più letti

50enni: vaccinarsi contro il fuoco di S. Antonio - Nuovo vaccino in cantiere

Salute & Benessere

Nicola Simonetti

Nicola Simonetti

Vivere in salute: suggerimenti, risposte, piccoli accorgimenti per gestire la propria giornata, l’umore, l’alimentazione, il ricorso a farmaci, come affrontare al meglio gli impegni di lavoro, di responsabilità, il riposo ed il diporto, l’attività fisica. Inoltre, una finestra aperta sulla ricerca, sulle novità che la medicina ci offre ora e ci riserva e promette per il prossimo futuro.

Fuoco di Sant’Antonio ovvero Herpes zoster, malattia caratterizzata da eruzione cutanea dolorosa con presenza di vescicole, di solito limitata ad un lato del corpo, spesso in una striscia, causata da virus molto diffuso: in Italia, oltre 157.000 colpiti per anno causa di spesa complessiva di oltre 50 milioni euro.

È dovuto dalla riattivazione del virus “Varicella-Zoster”, lo stesso che provoca la varicella. Quasi tutti gli adulti over-50 hanno questo virus “dormiente” nel proprio sistema nervoso, pronto a riattivarsi. Circa una persona su 4 sviluppa l’herpes zoster nel corso della vita.

Il dolore, molto intenso, a breve e lungo termine deriva dalla crescita diffusa del virus nei nervi infetti e da infiammazione.

La malattia va curata subito con farmaci antivirali.

Possono sorgere complicanze come nevralgia, paralisi dei nervi cranici, retinite, neurite retro bulbare dell’occhio, encefalomielite, infezioni batteriche, coinvolgimento motorio, ecc.

Dal 2000, è disponibile un vaccino che, dopo la sperimentazione, si è dimostrato efficace anche nella pratica clinica.

Il vaccino, offerto gratuitamente, da quest’anno, ai 65enni ed a soggetti a rischio ha superato prova efficacia ed innocuità.

Novità è che l’Agenzia Europea per i Farmaci ha dato opinione positiva e raccomandato autorizzazione al commercio per il vaccino Shingrix per la prevenzione della malattia negli over 50 anni, un vaccino a sub unità che combina un antigene non vivo, per stimolare una risposta immunitaria mirata, con un adiuvante specificamente disegnato per indurre una forte e sostenuta risposta immunitaria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400