Venerdì 12 Agosto 2022 | 20:53

In Puglia e Basilicata

Una mela al giorno

Il Covid rialza la testa: mai abbassare la guardia

Coronavirus a Bari, la denuncia dei medici: «Noi senza mascherine». Dormitori per senza tetto aperti h24

Mascherina e distanziamento hanno dimostrato, nei fatti, di essere valido strumento di difesa. Non abbandoniamoli.

20 Giugno 2022

Nicola Simonetti

Una mela al giorno

Nicola Simonetti

Vivere in salute: suggerimenti, risposte, piccoli accorgimenti per gestire la propria giornata, l’umore, l’alimentazione, il ricorso a farmaci, come affrontare al meglio gli impegni di lavoro, di responsabilità, il riposo ed il diporto, l’attività fisica. Inoltre, una finestra aperta sulla ricerca, sulle novità che la medicina ci offre ora e ci riserva e promette per il prossimo futuro.

Attenzione: l’offensiva del Coronavirus causa del sornione Covid, sebbene rallentata, non è finita. Se la legge ci consente di abbandonare mascherine e distanziamento sociale nell’interesse di economia e turismo, il nostro interesse perdonale ci suggerisce la prudenza e, quindi, di non fare a meno di quanto possa difenderci perché – lo dicono i conti epidemiologici e di previsione, circa 4 su 10 dei vaccinati e, più o meno altrettanti che hanno superata la malattia possono infettarsi. “Teniamo duro e portiamo pazienza”.

Mascherina e distanziamento hanno dimostrato, nei fatti, di essere valido strumento di difesa. Non abbandoniamoli. Il prossimo futuro ci fa temere una nuova ondata atipica del virus che punirà e farà tesoro di ogni lassismo nella difesa. Si tenga presente che i test diagnostici, fatti in casa, forniscono risposte ai singoli e, molti di loro, se positivi, possono ignorarlo (cosa non possibile quanto il test è eseguito presso farmacie od enti pubblici) e continuare la propria vita sociale e lavorativa trasformandosi in “monatti” (in)coscienti.

Questo inghippo favorisce la libera circolazione del virus ed è uno dei motivi del serpeggiare attuale delle infezioni. I soggetti positivi devono imporsi l’isolamento. Negli ultimi 30 giorni (fino al 15 giugno), il Covid ha ucciso quasi 2.000 persone. Conteggi matematici dimostrano che, se ci fossero state misure di difesa in atto, ne avremmo lamentati 1750 circa. L’Inghilterra lamenta, oggi, aumento delle infezioni 57% e del 30% dei ricoveri e vi si teme una nuova ondata che vede protagoniste varianti Omicron 4 e 5 e la più letale Delta Plus (quest’ultima, in 15 giorni, ha più che decuplicato i malati, da 45 a 460) argine di difesa.

Se ci sono degli incoscienti non noti, in gran parte responsabili dell’incremento dei contagi, riappropriamoci – ognuno per proprio conto e per interesse personale - del nostro diritto di difesa e tuteliamo la nostra persona. Non fidiamoci della aggressività ridotta del virus. Un contagio crea malattia e questa non sempre è “come un’influenza”. Meglio non contagiarsi né ammalarsi. Oltre tutto, la variante del virus in circolazione non è affidabile. Cerchiamo di giungere, indenni, fino all’autunno prossimo quando avremo a disposizione un vaccino che comprenderà anche l’anti-variante ed avrà durata di efficacia più lunga. E, probabilmente, questa vaccinazione autunno 2022 sarà il primo di altrettanti appuntamenti annuali (come avviene per l’influenza stagionale).

Questa rioffensiva di prima estate del virus sembra un suo allenamento per acquisire velocità di diffusione (che sta già dimostrando), mentre si fa strada la variante “nuova”(?) Ba. 5 che, con l’attuale 24% desta preoccupazione ma non panico. Ora e qui (nel mondo) la palla del futuro prossimo è nelle nostre mani; gli scienziati provano a controllare ed adeguare i vaccini ed il virus resta osservato speciale. Ma, forse, bisognerà fare in modo che ognuno si autodefinisca sorvegliate speciale di se stesso. Urge.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Calendario dei post

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

 

PODCAST

 

i più visti della sezione

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725