Mercoledì 15 Luglio 2020 | 13:22

NEWS DALLA SEZIONE

Salute
Farmaci multispecifici,pass par tout contro malattie varie

Farmaci multispecifici,pass par tout contro malattie varie

 
vista
Occhi a rischio: maculopatie edema diabetico, non abbandonare controlli e terapie

Occhi a rischio: maculopatie edema diabetico, non abbandonare controlli e terapie

 
Salute
L’alimentazione influisce su benessere nutrizionale e psicofisico

L’alimentazione influisce su benessere nutrizionale e psicofisico

 
Il premio
A neurologi italiani il «Wolff Award»: è il “nobel” in tema di cefalee

A neurologi italiani il «Wolff Award»: è il “nobel” in tema di cefalee

 

Il Biancorosso

calcio
Bari-Ternana 1-1 Biancorossi in semifinale play-off

Bari-Ternana 1-1 Biancorossi in semifinale play-off

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaGiustizia
Cerignola, operaio morto nel silos: condannato titolare

Cerignola, operaio morto nel silos: condannato titolare

 
Materaricettazione
Matera, scoperte auto, gru, targhe e motori rubati in officina meccanica: 2 denunciati

Matera, scoperte auto, gru, targhe e motori rubati in officina meccanica: 2 denunciati

 
Homedati regionali
Basilicata ancora Covid-free: 256 tamponi negativi, i contagiati restano 3

Basilicata ancora Covid-free: 256 tamponi negativi, i contagiati restano 3

 
NewsweekLe vacanze dei Vip
Tutti pazzi per Sheva e Cordoba fra i Trulli le ex star di San Siro

Tutti pazzi per Sheva e Cordoba fra i Trulli le ex star di San Siro

 
Leccela tragedia
Spongano, muore 84enne travolto mentre sale sulla bici

Spongano, muore 84enne travolto mentre sale sulla bici

 
BrindisiCriminalità
Brindisi, misterioso attentato al Sant’Elia. Casa e auto di imprenditore edile prese di mira a colpi di pistola

Brindisi, colpi di pistola contro casa e auto di imprenditore edile

 
Homequesta mattina all'alba
Tragedia sulla Barletta-Andria, furgone contro bici elettrica con 3 giovani: 2 muoiono sul colpo

Tragedia sulla Barletta-Andria, furgone contro bici elettrica: muoiono 3 giovani, 2 sul colpo, il terzo in ospedale FOTO

 
TarantoL'operazione dei cc
Taranto, bloccano strade con transenna per ripulire bancomat: il colpo fallisce

Taranto, bloccano strade con transenna per ripulire bancomat: il colpo fallisce

 

i più letti

SANGUE CERRCASI

Avviso ai naviganti nel «mare nuovo coronavirus»

Ogni giorno, in Italia, 1.800 persone hanno bisogno di trasfusioni, di queste circa la metà sono pazienti talassemici, con leucemie o con altre forme oncologiche con un bisogno costante di sangue: c’è bisogno di donare il sangue e il plasma

Salute & Benessere

Nicola Simonetti

Nicola Simonetti

Vivere in salute: suggerimenti, risposte, piccoli accorgimenti per gestire la propria giornata, l’umore, l’alimentazione, il ricorso a farmaci, come affrontare al meglio gli impegni di lavoro, di responsabilità, il riposo ed il diporto, l’attività fisica. Inoltre, una finestra aperta sulla ricerca, sulle novità che la medicina ci offre ora e ci riserva e promette per il prossimo futuro.

Avviso ai naviganti nel «mare nuovo coronavirus»

Ogni giorno, in Italia, 1.800 persone hanno bisogno di trasfusioni, di queste circa la metà sono pazienti talassemici, con leucemie o con altre forme oncologiche con un bisogno costante di sangue: c’è bisogno di donare il sangue e il plasma.

Un appello anche da Chiara Galiazzo, star della musica pop e testimonial della campagna di sensibilizzazione Magnifico Donare (www.magnificodonare.it) dedicata ai pazienti con Beta-Talassemia e Sindromi Mielodisplastiche e promossa da UNITED Onlus, Federazione Italiana delle Thalassemie, Emoglobinopatie Rare e Drepanocitosi e AIPaSiM Onlus, Associazione Italiana Pazienti con Sindrome Mielodisplastica, in collaborazione con AVIS e con il supporto non condizionante di Celgene.

Per informazioni su come prenotare le donazioni di sangue consultare il sito www.avis.it.

AI DIABETICI 

Le persone con diabete sono generalmente più esposte a sviluppare forme complicate in caso di infezioni virali e potrebbero quindi essere più vulnerabili alle insidie del coronavirus (International Diabetes Federation)- Il sistema FreeStyle Libre può aiutarli a gestire la malattia e a restare in contatto con il proprio medico anche da remoto.

“Le persone con diabete devono essere ancora più attente nell’osservare le restrizioni in vigore: non bisogna uscire di casa se non strettamente necessario” dichiara Albino Bottazzo, presidente dell'Associazione italiana diabetici Fand “Come associazione, accogliamo con grande positività tutte quelle innovazioni che possono contribuire a semplificare e rendere più sicura la gestione della malattia. È importante sfruttare al massimo le possibilità offerte dalle nuove tecnologie digitali e dai nuovi sistemi di monitoraggio come FreeStyle Libre che, grazie alle risorse digitali gratuite, consente di restare connessi con il proprio medico anche senza uscire da casa”.

Il sistema FreeStyle Libre può consentire agli utenti di controllare il glucosio usando uno smartphone iPhone o Android con la app gratuita FreeStyle LibreLink. I dati della glicemia possono poi essere caricati su LibreView, un sistema sicuro di condivisione dei dati che consente al medico di avere sempre accesso alle informazioni sul glucosio senza la necessità di effettuare una visita di persona. Questo ecosistema digitale fornisce ai medici un accesso remoto ai dati dei propri pazienti così da aiutarli a fornire un supporto costante a distanza.

Anche familiari e caregiver possono ricevere sullo smartphone i dati della glicemia del proprio caro con la app LibreLinkUp, così da restare connessi ovunque si trovino.

Attraverso le piattaforme digitali è anche possibile accedere a servizi educazionali,un assistente specializzato e un infermiere dedicato. Gli strumenti digitali sono scaricabili gratuitamente da Google Play e App Store. Maggiori informazioni sono disponibili anche sul sito www.freestylelibre.it.

Gli operatori sanitari possono utilizzare la piattaforma LibreView per esaminare i progressi del paziente nel tempo. Sia l'utente che l'operatore sanitario necessitano solo di una connessione Internet per accedere alla piattaforma, dove i pazienti possono caricare i dati del glucosio in automatico dalla propria app o caricandoli dal lettore FreeStyle Libre. Possibile quindi gestire il diabete e restare in contatto con il proprio paziente da remoto.

“Il diabete è una patologia che necessita di assistenza e controlli molto serrati” spiega Cesare Berra, IRCCS

Multimedica di Milano “In relazione all'emergenza sanitaria attuale, il nostro Istituto ha attivato un servizio di gestione del compenso metabolico ‘da remoto’: su questo fronte, un aiuto può arrivare dalle nuove tecnologie. Grazie agli strumenti digitali messi a disposizione da Abbott, stiamo avviando una valutazione dei nostri pazienti in trattamento insulinico multi-iniettivo – quindi che necessitano di valutazioni cliniche frequenti - che utilizzano il sistema FreeStyle Libre. Gli operatori del nostro team diabetologico (medico-infermieristico) avranno la possibilità, previa autorizzazione dei pazienti stessi, di accedere alle informazioni sull'andamento delle glicemie e, in base a queste, fornire un consulto o prescrivere modifiche terapeutiche a distanza. Sebbene, ad oggi, questa prestazione non sia ancora stata codificata dal Servizio Sanitario Nazionale e non venga rimborsata alle strutture che la utilizzano, ci stiamo organizzando per allocare le risorse necessarie”.

Abbott inoltre mette gratuitamente a disposizione delle Regioni che ne faranno richiesta una soluzione per consegnare FreeStyle Libre direttamente a casa dei pazienti, evitando loro di recarsi presso le Asl. La soluzioneè resa operativa da Abbott e gestita direttamente dal personale delle Asl e, sulla base dei piani terapeutici inseriti, effettua automaticamente le spedizioni periodiche dei sensori.

A partire da aprile, anche le persone che hanno appena ricevuto una diagnosi di diabete potranno,su richiesta del proprio diabetologo, ricevere direttamente a casa campioni di FreeStyle Libre. Anche in questo caso il training e le visite potranno avvenire da remoto tramite le piattaforme di Abbott.

FARMACIS UNITIS

La strategia per combattere il virus è fatta di alleanze tra farmaci. Uno è poco, due potrebbero essere troppi. Il dosaggio delle forze farmacologiche è da sperimentare. E, in tutto il mondo, le “esercitazioni militari” fervono.

“Il Consiglio Superiore di Sanità e ll’Istituto Spallanzani - dice Sergio Lai, General Manager Sobi Italia - ci hanno chiesto di supportare uno studio clinico su anakinra ed emapalumab nel trattamento delle complicanze da COVID-19. Vogliamo rassicurare che sarà garantita la continuità terapeutica a tutti i pazienti oggi in trattamento nelle indicazioni approvate”.

 I due farmaci bloccano due differenti citochine che potrebbero essere implicate nella risposta sproporzionata del sistema immunitario alla presenza del virus.

Scopo primario dello studio è la riduzione dell’iper-infiammazione e del distress respiratorio nei pazienti con infezione da COVID-19.

Sul campo, Remdesmivir (stoppa la generazione di altri virus), Favipiravir (impedisced, come il precedente, la riproduzione del virus e, in più, gli infligge delle mutazioni che lo suicidano. Ma queste – è da accertare – possono avere effetti negativi sulla persona).

La combinazione Lopinavir-Ritonavir segna il passo. Seguono i non antivirali che, però, hanno mostrato possibili effetti su complicanze (infiammazione) della malattia: Idrossiclorochina (un antimalarico), Tocilizumab (contro l’artrite reumatoide).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie