Martedì 23 Ottobre 2018 | 00:27

NEWS DALLA SEZIONE

più di 250 persone in Puglia
Sindrome di Down, eppur si muove!

Sindrome di Down, eppur si muove!

 
Il confine invisibile
Quel salto nel buio della malattia mentale

Quel salto nel buio della malattia mentale

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Baskin, sport d'inclusione

DiversaMente

Michele Pacciano

Michele Pacciano

L'handicap è un dramma. Ma può anche diventare uno stimolo e una possibilità, uno sguardo diverso sul mondo. Proviamo ad andare oltre la rabbia e il piagnisteo. Capovolgiamo la prospettiva, guardiamo i problemi dall'interno, cerchiamo insieme le soluzioni.

Baskin, sport d'inclusione

Per la prima volta atleti disabili e sportivi normodotati giocano insieme nella stessa squadra e si passano la palla per andare a canestro.

Il Baskin è l'unica disciplina sportiva che faccia realmente inclusione. Nelle squadre di questo sport giocano insieme pivot normodotati e persone con diversi handicap psichici e motori.

Dopo essersi diffuso capillarmente al Nord soprattutto nelle scuole, il basket per tutti sbarca ora anche in Puglia con esperienze pilota ad Avetrana è a Martina Franca dove si stanno formando i primi nuclei destinati a spiccare il volo nei campionati regionali e nazionali. Volano di quest'esperienza, che guarda oltre le disabilità e oltre le barriere, è sicuramente la scuola media inferiore e superiore, vista e vissuta dai ragazzi come momento di integrazione e interazione tra le persone, nella crescita individuale e collettiva Ognuno, con le proprie possibilità e potenzialità da il proprio a personalissimo contributo per mandare la palla a canestro, ma tutti vengono inseriti in schemi di gioco ben precisi e standardizzati. Quello che conta per vincere e crederci e far parte di un team armonico e affiatato. Non è solo un discorso di inclusione sociale ma anche di autostima e fiducia in se stessi che ogni persona attingere dall'altro e dall'esempio del gruppo.

Dopo i progetti di inclusione partiti da Martina Franca e da Avetrana questo sport si sta diffondendo in tutte le realtà della Puglia grandi e piccole. Ancora una volta la nostra regione fa scuola in tema di accoglienza e di apertura alle diversità e alla coesione sociale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400