Domenica 20 Settembre 2020 | 13:14

NEWS DALLA SEZIONE

Appello ai Ccndidati
Disabili ignorati dalla politica?

Disabili ignorati dalla politica?

 
Ordinanza del Sindaco Melucci
TRASPORTI E SCUOLA A RISCHIO PER I DISABILI

TRASPORTI E SCUOLA A RISCHIO PER I DISABILI

 
Una nuova tipologia di "Invisibili"
Covid, il Governo ha dimenticato i lavoratori fragili?

Covid, il Governo ha dimenticato i lavoratori fragili?

 

Il Biancorosso

Serie c
Bari calcio, in arrivo Candellone in prestito biennale

Bari calcio, in arrivo Candellone in prestito biennale

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

BatElezioni 2020
Bisceglie, ministro Boccia vota nella scuola elementare Cosmai

Bisceglie, ministro Boccia vota nella scuola elementare Cosmai

 
Tarantocontrolli della ps
Taranto, città vecchia al setaccio: scattano denunce e perquisizioni

Taranto, città vecchia al setaccio: scattano denunce e perquisizioni

 
HomeIl caso
Coronavirus Basilicata, presidente positiva durante l'istituzione del seggio a Potenza

Coronavirus Basilicata, presidente si insedia nel seggio a Potenza ma scopre di essere positiva: locali sanificati FT

 
Homecontrolli
Fiumi di droga nel Salento: 45enne arrestato con 18kg di cocaina in macchina

Fiumi di droga nel Salento: 45enne arrestato con 18kg di cocaina in macchina

 
Brindisinel Brindisino
Pezze di Greco, geloso massacra la «ex» davanti alla figlioletta

Pezze di Greco, geloso massacra la ex davanti alla figlioletta

 

i più letti

Fase 2

I disabili e la fine del Lock down

DiversaMente

Michele Pacciano

Michele Pacciano

L'handicap è un dramma. Ma può anche diventare uno stimolo e una possibilità, uno sguardo diverso sul mondo. Proviamo ad andare oltre la rabbia e il piagnisteo. Capovolgiamo la prospettiva, guardiamo i problemi dall'interno, cerchiamo insieme le soluzioni.

 I disabili e la fine del Lock down

Com’è la fase 2, vista con gli occhi di un disabile?

Ogni persona con disabilità, ogni uomo o donna con handicap, è un microcosmo a sè. ciascuno è diverso dall’altro, unico come ogni creatura; ma ciò nonostante, ogni esperienza può diventare esemplare ed emblematica di una condizione e di un mondo.

Io stesso, dopo essermi quasi abituato alla clausura, dopo aver escogitato mille escamotage, per neutralizzare l’isolamento e dopo aver lavorato come un matto, dall’avamposto remoto della mia casa e del mio computer, riscoprendo la grande letteratura e la musica sinfonica, confesso un po' di paura, a dover uscire di nuovo allo scoperto.

Non so se le batterie al litio della mia carrozzina elettrica, mio unico vero mezzo di autonomia, abbiano retto ai due mesi di fermo coatto.

La metto in moto, parrebbe tutto a posto. Mi arrabatto alla meglio per indossare correttamente la mascherina. Le mie mani goffe non ne vogliono proprio sapere di toccare solo le stringhe. Finalmente ce la faccio.

Esco.

Mi avvio sulla rampa di casa, come se camminassi sulle uova.

Ho sempre guidato come un cavallo cieco, che conosce la strada per puro istinto, tenendo la destra e impugnando la cloche con la mano sinistra, da mancino.

A fatica mi abituo alla mascherina e ai guanti di lattice: infilarli è stata un’impresa titanica!

Torno fuori a riveder il sole. Abbastanza pallido in verità. Il fiato appanna gli occhiali e gonfia la mascherina.

Parto con la marcia ridotta. Un gruppo di ragazzi staziona impenitente a cavalcioni sulle panchine della piazza.

Devo andare in agenzia a sbrigare una pratica. Ma prima voglio gustarmi il primo caffè post lock down!

Mi fermo fuori, all’ingresso del mio bar preferito. Il barista mi viene incontro. Ci salutiamo col gomito.

Manteniamo le distanze con un sorriso. Lui mi offre il caffè. Non farci l’abitudine, però, eh! Lo consumo poco lontano, rigorosamente da solo e gli rendo la tazza.

Prendo per via Poggio. Intravedo un mio amico fotografo, il gigante buono Tonino Diddio. Il Covid ha annullato tutti gli eventi. Matrimoni neanche a parlarne. C’è una vera e propria Pandemia della Fotografia! Ma ce la faremo!

 

La Puglia si rialza Piano. Scossa, intorpidita. Sopravvissuta.

 

Nulla sarà più come prima. Neanche per noi. Neanche per i disabili. Saremo migliori, peggiori? Francamente non lo so.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie