Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 11:42

Operazione Cc e Capitaneria

Lido e ristorante abusivo
sequestrato a Riva dei Tessali


Un’area demaniale di 1.200 metri quadri destinata abusivamente a stabilimento balneare, bar e ristorante è stata sequestrata in località Riva dei Tessali del comune di Castellaneta, e in parte ricadente in territorio di Ginosa, nel corso di un’operazione congiunta di personale del Nucleo difesa mare della Capitaneria di porto-Guardia Costiera di Taranto, del Nucleo Tutela Biodiversità dei Carabinieri forestali di Ginosa e dell’Asl di Massafra. Una persona è stata denunciata all’autorità giudiziaria.

Il demanio marittimo pubblico era stato abusivamente occupato con area pavimentata, locali doccia, chioschi adibiti a bar e cucina asservita ad area ristorazione, posa di ombrelloni, panche, tavoli e sedie, con sbancamento del cordone dunale e ulteriori 50 metri quadri di retrostante area boschiva occupata illegalmente con due container adibiti a servizi igienici e deposito acqua, pozzo artesiano profondo nove metri, una vasca imhoff con sversamento diretto nel terreno di tutti i reflui tanto da realizzare - secondo i militari - «una vera e propria cloaca a cielo aperto».

Nei confronti dell’autore delle violazioni, che è stato denunciato, sono ipotizzati reati che vanno dalla abusiva occupazione di demanio marittimo alla violazione di norme edilizie e paesaggistiche, sino all’inquinamento ambientale e disastro ambientale dovuto allo sbancamento del cordone dunale, oltre che allo sversamento diretto nel terreno di tutti i reflui prodotti dall’attività commerciale. Al responsabile è stato inoltre intimato l’immediato sgombero delle aree abusivamente occupate di facile rimozione, per una superficie di circa 750 metri quadri, per restituirle alla fruizione pubblica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione