Domenica 19 Agosto 2018 | 09:26

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

A Taranto «rischio omicidio»

Tentata estorsione, fermati
avvocato e maresciallo Gdf

In quattro sono accusati, a vario titolo, di concorso in incendio, danneggiamento, atti persecutori e tentata estorsione in danno di un fruttivendolo

TARANTO - Un avvocato, un maresciallo della Guardia di Finanza e due pregiudicati sono stati sottoposti a fermo del pubblico ministero a Taranto nell’ambito di un’indagine della Polizia.

Sono accusati, a vario titolo, di concorso in incendio, danneggiamento, atti persecutori e tentata estorsione in danno di un fruttivendolo di Taranto.

I fatti contestati sono stati commessi a Taranto tra marzo 2017 e il 4 aprile scorso. Il militare, già sospeso dal servizio per motivi disciplinari, era in servizio alla sala operativa del Comando provinciale Gdf di Taranto.

Prima gli hanno incendiato il negozio, poi il furgone, ma le intimidazioni nei confronti di un fruttivendolo tarantino che si rifiutava di pagare il pizzo rischiavano di avere conseguenze anche più gravi. «Le prevaricazioni nei confronti della vittima erano fortissime e si stava per passare all’utilizzo delle armi forse addirittura per commettere un omicidio» ha precisato il procuratore di Taranto Carlo Maria Capristo spiegando i dettagli dell’indagine che ha portato al fermo di un maresciallo della Guardia di Finanza, Pietro Stabile, di 52 anni, già sospeso dal servizio, che era già finito in carcere nel giugno del 2015 per episodi analoghi, di un avvocato (Massimiliano Cagnetta, di 47 anni) e di due pregiudicati (il 48enne Cataldo La Neve e il 39enne Salvatore Stasolla) accusati, a vario titolo, di concorso in incendio, danneggiamento, atti persecutori e tentata estorsione. Alla conferenza stampa hanno partecipato anche il sostituto procuratore Lucia Isceri, che ha firmato i provvedimenti cautelari, il questore Stanislao Schimera e il dirigente della Squadra Mobile Carlo Pagano.

Dalle intercettazioni telefoniche e ambientali è emersa la volontà degli indagati di mettere in atto una doppia spedizione punitiva, da realizzare la notte scorsa e il 21 aprile prossimo, giorno del cinquantesimo compleanno del fruttivendolo. Già nel giugno di due anni fa Stabile, vicino di casa del commerciante, fu sottoposto a fermo dopo la denuncia della vittima che subì diverse intimidazioni: prima diversi colpi di arma da fuoco sull'auto e poi anche l’incendio della vettura. Il finanziere, che si offrì come intermediario con i malfattori che lo avevano puntato, inizialmente aveva chiesto una somma di 1000 euro e poi una seconda di 1500 euro che, da quanto il sottufficiale spiegava alla vittima, non sarebbero state sufficienti per calmare «il clan dei calabresi».

Taranto TA, Italia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Estate sotto tono, lidi in calo del 2%

Estate sotto tono, lidi in calo del 2%

 
Una tonnellata di cozze senza certificazione: sequestrate e distrutte, titolare multata

Una tonnellata di cozze senza certificazione: sequestrate e distrutte, titolare multata

 
polizia

Si fa assumere per evitare il carcere, non lavora ed estorce soldi al capo

 
Taranto, vandali danneggianosvicolo parco giochi per bimbi

Taranto, vandali danneggiano
scivolo parco giochi per bimbi

 
Vaccinazioni obbligatorie, mamme e bambini in coda alla Asl

Vaccinazioni obbligatorie, mamme e bambini in coda alla Asl

 
Taranto, in giro con un chilodi eroina: arrestato un 25enne

Taranto, in giro con un chilo
di eroina: arrestato un 25enne

 

GDM.TV

Bari, ecco il ponte che da anni minaccia il rione Japigia: un giro fra degrado e sporcizia

Bari, ecco il ponte che da anni minaccia il rione Japigia: un giro fra topi e degrado

 
Ruba auto per consegna di farmaci, il proprietario lo scopre e lui lo trascina per 20mt con la macchina: arrestato

Ruba auto per consegna di farmaci e trascina il proprietario per 20mt: arrestato

 
Salento, 10 soccorsi per mare mossoUno motoscafo rischia di affondare

Salento, 10 soccorsi per mare mosso: un motoscafo rischia di affondare

 
Leuca, Gdf intercetta cabinatoe veliero con 24 migranti: 3 arresti

Leuca, Gdf intercetta cabinato e veliero con 24 migranti: 3 arresti

 
Giovinazzo diventa magica: con danze sull'acqua e luci multimediali

Giovinazzo diventa magica: danze sull'acqua e luci multimediali

 
Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh Dio, oh Dio!», il terrore in diretta

 

PHOTONEWS