Cerca

Venerdì 20 Ottobre 2017 | 16:20

Bari, i vigili urbani tra i banchi di scuola
«Devono imparare a far meglio le multe»


di ANNADELIA TURI

BARI - «Il nostro obiettivo è quello di evitare che i verbali possano risultare inefficaci e di conseguenza essere annullati dai giudici. Per questo cerchiamo, nell’ambito del convegno, di sviscerare le questioni che potrebbero sussistere durante il percorso professionale della polizia locale».

Le sanzioni del codice della strada e il verbale di accertamento: la sua efficacia probatoria nel giudizio di opposizione. E’ il tema affrontato in una giornata di studi organizzata nella sede del comando della polizia locale di Bari dall’associazione Ipa (che si occupa anche della formazione delle forze di polizia) in collaborazione con Legal Lab e Gate231. A spiegare le finalità del convegno è Francesca Perchiazzi, capitano polizia locale Bari, presidente Ipa Bari 1 – Ipa Puglia. «Attraverso l’intervento di alcuni esperti – spiega Perchiazzi – affrontiamo il tema sotto il profilo giuridico e tecnico con una finalità precisa: rendere i nostri verbali inattaccabili».

Ad entrare nel vivo del profilo giuridico è l’avvocato Francesco Pantaleo, rappresentante nazionale di Lagal Lab, associazione che affianca le pubbliche amministrazioni nei percorsi di formazione. «Ci siamo posti tre obiettivi in questa giornata: elevare il grado di formazione e competenza degli operatori che operano sul campo, spiegare come evitare di riempire le aule giudiziarie con attività soggette al verdetto di un giudice e infine sensibilizzare tutti i soggetti competenti alle tematiche dei verbali di accertamento. Abbiamo avviato un percorso formativo – conclude l’avvocato Pantaleo - per puntare ad un miglioramento perché vogliamo essere vicini al territorio per prevenire i contenziosi inutili».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione