Cerca

Domenica 25 Febbraio 2018 | 13:01

video

Palo, la Torre da 800 tonnellate che si muove a 1,5 millimetri al secondo

La traslazione della Torre del 1500 che interferiva con i lavori di realizzazione della statale 96 a Palo del Colle, nel Barese, è diventato un caso nazionale. Per la prima volta, quello che in altri tempi sarebbe stato un abbattimento (voluto o casuale) si è trasformato in una grande opera ingegneristica che ha tenuto l'Anas e la Soprintendenza di Bari con il fiato sospeso. Alla fine, per spostare quel "sarcofago" in cui era ingabbiata la Torre cinquecentesca posizionata su un piedistallo in calcestruzzo da 175 tonnellate, ci sono volute - al netto delle pause tecniche - poco più di 5 ore.

A conti fatti, quel gigante è stato spostato a una velocità di un millimetro e mezzo al secondo, quasi impercettibile ad occhio nudo. L'intervento è stato realizzato dall'impresa Garibaldi di Bari dell'architetto Beppe Fragasso, che ha agito su incarico della Aleandri Spa, l'azienda di costruzioni barese (negli ultimi tre anni classificata dal Sole 24 ore come la prima impresa del Sud) aggiudicataria dell'appalto per la variante della statale 96 unitamente al Consorzio Integra. Un tandem in salsa squisitamente pugliese, in questo caso barese (per Aleandri e Garibaldi) che in un contesto economico delicato vede due aziende della nostra Terra affermarsi in opere che non hanno nulla da individare rispetto ad altri. (nel video, accelerato, si notano alcune fasi dello scivolamento da un lato all'altro del suolo della Torre).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione