Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 05:22

In provincia di Lecce

Specchia, omicidio Noemi Durini
fidanzato rischia il linciaggio


SPECCHIA (Lecce) - Il 17enne omicida, che ha confessato di aver ucciso l'ex fidanzata di 16 anni Noemi Durini, all'uscita dalla caserma ha rischiato il linciaggio.

La folla, radunata davanti alla stazione dei militari, ha reagito con violenza al sorriso e al gesto sprezzante di saluto del ragazzo mentre veniva portato in carcere. L'intervento dei carabinieri ha evitato il peggio.

Il giovane di Alessano, sottoposto a fermo, ha confessato l'omicidio di Noemi Durini, sedicenne di Specchia, e ha portato i carabinieri sul luogo in cui aveva nascosto il corpo, in località San Giuseppe di Castrignano del Capo a pochi chilometri da Santa Maria di Leuca.

Deve rispondere anche di occultamento del cadavere di Noemi Durini, reato che viene contestato pure al padre, che lo avrebbe aiutato quantomeno a nascondere le prove.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione