Cerca

Lunedì 23 Ottobre 2017 | 11:57

Al Policlinico di Bari

Emiliano inaugura nuovo polo oncoematologia pediatrica


«Oggi finalmente la Puglia ha il suo punto di riferimento della oncologia pediatrica per tutti i bambini della regione». Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, inaugurando il nuovo padiglione della unità di Oncologia ed Ematologia pediatrica del Policlinico di Bari, che si sviluppa su tre piani, in un’area di 2.100 metri quadri. Alla cerimonia è intervenuto anche il direttore generale del nosocomio barese, Vitangelo Dattoli, sottolineando che "entro fine mese ci sarà il completamento dell’organico dei medici e il perfezionamento del concorso per primario: tecnologia, organizzazione, risorse umane e logistica coincidono».

Il centro di oncoematologia, è stato sottolineato, è il punto di riferimento regionale per le malattie rare tumorali e per immunodeficienze primitive: le patologie più curate sono leucemie, linfomi, tumori renali, sarcomi e neuroblastomi. Ogni anno vengono seguiti circa 350 bambini in regime di ricovero ordinario e 280 in 'day hospital' o 'day servicè. Sono più di 1.500, invece, le prestazioni ambulatoriali specialistiche erogate.

Il centro ha inoltre contribuito alla attivazione delle procedure trapiantologiche per pazienti oncoematologici pediatrici, che partiranno dal prossimo settembre. Nel 2015, è stato ricordato, l’89% dei ricoveri per trapianto di midollo osseo pediatrico è stato effettuato in mobilità passiva con un impatto di circa due milioni di euro per le casse della Regione. A supportare le attività del reparto ci sono le associazioni no profit che hanno la propria sede nella struttura ospedaliera: 'Apletì, 'Agebeò, 'La culla di spagò e 'Libri su misurà si occupano anche di cineforum e laboratori di disegno. Impegnandosi nel dare ai bambini una quotidianità fatta a loro misura, il centro ospita un scuola primaria e secondaria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione