Cerca

Giovedì 17 Agosto 2017 | 13:43

sulla bari-martina franca

Sud est choc, il treno passa
ma le sbarre sono aperte

Un video denuncia girato da bordo di un treno testimonia l'attraversamento di tre passaggi a livello non chiusi


BARI - Questo video è stato girato ieri mattina da alcuni macchinisti delle Sud est. Due minuti di denuncia eloquente che conferma il pericolo cui sono sottoposti gli automobilisti che hanno la disavventura di attraversare i passaggi a livello della tratta ferroviaria Bari-Martina Franca. Nelle immagini, girate proprio dalla motrice di un treno, si nota come il convoglio - pur in presenza del semaforo verde - arrivi in prossimità di ben tre passaggi a livello regolarmente aperti in un tratto molto breve (diramazione per Csiternino della tratta Bari-Martina). Una vicenda oggetto di una denuncia già alcune settimane fa ma che evidentemente non ha sortito gli effetti sperati. Un problema noto agli stessi addetti ailavori tant'è che i macchinisti sono costretti a procedere molto lentamente annunciando l'arrivo del convoglio con i "fischi". In quest'ultimo caso, come emerge da alcuni commenti, proprio il giorno prima si sarebbero concluse le "riparazioni" sulla linea. Ma il video purtroppo dimostra il contrario.
«Abbiamo più volte segnalato il problema - dicono alcuni macchinisti - ma i passaggi a livello su quella linea continuano a restare aperti. In passato ci sono stati già incidenti. Siamo costretti a procedere a passo d'uomo, creando oltretutto disagi all'utente che poi si lamenta perchè i treni non arrivano in orario». Dopo la pubblicazione del nostro video, le Sud Est hanno inviato una squadra di tecnici per riparare i passaggi a livello.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Amon87

    04 Giugno 2016 - 19:07

    Ma se ancora in questa azienda c'è p.d.m. e p.v. che non conoscono i regolamenti! Quel segnale verde è un avviso (come si nota benissimo dallo stante verniciato a strisce orizzontali bianche e nere) per il successivo segnale posto a 1000 m (art. 53 bis R.S.) di proiezione dei successivi PLA e non protegge quindi il PL posto per caso a valle di quell' avviso. Studiatevi i folti disposizione. "Dio ci salvi" si, ma da voi colleghi!!

    Rispondi

Altri articoli dalla sezione