Cerca

Domenica 21 Gennaio 2018 | 07:55

Anche sei colpi in un giorno

Rapine in serie nel Salento
arrestati due giovani
Traditi dal maglione di lana

LECCE - Uno dei due indagati, con precedenti penali, avrebbe messo a segno sei rapine a mano armata in esercizi commerciali in un solo giorno, il 2 agosto scorso; con un complice sarebbe riuscito a farne altre cinque, tutte nel Salento. 'Traditì da un maglione di lana usato in estate per coprire i tatuaggi e da uno scooter andato in panne dopo un colpo, due giovani sono stati arrestati dai carabinieri del comando provinciale di Lecce su provvedimento cautelare del gip del tribunale di Lecce Carlo Cazzella. 

Gli arrestati sono Alessandro Cirfeta, 25 anni, operaio incensurato, al quale il giudice ha concesso i domiciliari, e Antonio De Luca, 26, pregiudicato, entrambi di Carmiano. All’identificazione dei due giovani i carabinieri sono arrivati grazie ai fotogrammi di una telecamera di videosorveglianza di Carmiano (Lecce). E’ lì che lo scooter dei rapinatori va in panne dopo la rapina, e la telecamera riprende i due giovani che, senza casco protettivo, spingono a mano il ciclomotore. In quella circostanza De Luca indossa peraltro un giubbotto con cappuccio rosso che gli investigatori hanno poi ritrovato in casa del giovane. 

Le rapine sono state messe a segno tra i mesi di giugno e agosto scorsi a Carmiano, Copertino, Veglie, Novoli, Campi Salentina e Trepuzzi; il bottino complessivo è stato di 16 mila euro. De Luca era inoltre sottoposto ad obbligo di firma alle 19.30 alla stazione dei carabinieri di Carmiano, e i colpi li avrebbe messi a segno sempre tra le 18 e le 18.30, senza attendere la chiusura dei negozi, come sarebbe stato più logico per la probabile maggiore disponibilità di denaro nelle casse, proprio perché doveva presentarsi in caserma.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione