Cerca

Mercoledì 13 Dicembre 2017 | 06:39

La puntata di stasera

Grano «tossico» e controlli
A Report il caso Bari

La vicenda del grano proveniente dal Canada (da cui l'Italia importa metà del fabbisogno) e del glifosato, sostanza su cui si dibatte sulla sua tossicità.


Cosa c'è a monte della pasta che mangiamo? Nel solo 2016 l’Italia ne ha importato 2,3 milioni di tonnellate di grano, poco meno della metà proviene dal Canada, il più grande produttore mondiale. Peccato che negli sterminati campi nordamericani si faccia larghissimo uso di Roundup - il diffusissimo diserbante a base di glifosato prodotto dalla Monsanto - anche nella fase di preraccolta; una pratica che in Italia è vietata. E purtroppo nel nostro Paese non ci sarebbe alcun laboratorio pubblico in grado di fare queste analisi: la conferma arriva dall'ufficio periferico del Ministero della salute di Bari al centro mesi fa di un enorme sequestro di una partita di grano (poi restituita) di cui proprio la Gazzetta diede pe prima la notizia. Di questo e di altro si occuperà l'inchiesta "Che Spiga" a cura di Report (Manuele Bonaccorsi) che ha approfondito che tipo di controlli si eseguono al porto di Bari.

Secondo l’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (IARC) il glifosato potrebbe avere effetti cancerogeni; una tesi smentita dall’EFSA, l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare. La diatriba è ancora in corso: il prossimo 9 Novembre la Commissione Europea deciderà se autorizzare o meno per altri cinque anni l’uso del glifosato. Per cercare di capire quanto erbicida mangiamo con un piatto di spaghetti, Report ha portato in laboratorio sei diversi tipi di pasta di grano duro, assai diffusi sui nostri scaffali: i risultati delle analisi nella puntata lunedì 30 ottobre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione