Mercoledì 15 Agosto 2018 | 05:32

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Assalti a portavalori

Latitanti catturati a Giovinazzo: il video

I due, Alessandro Morra, 37 anni, di Cerignola, e Pasquale Pazienza, 49, di Bitonto, erano nascosti in un casolare

Ecco il video dell'operazione di polizia che ha consentito di catturare Alessandro Morra, 37enne di Cerignola, il probabile organizzatore dell'assalto al caveau Sicurtransport a Catanzaro, il 4 dicembre 2016, e Pasquale Pazienza, 49 anni, di Bitonto. Erano nascosti in un casolare nelle campagne di Giovinazzo (Bari) i due pregiudicati pugliesi latitanti dallo scorso 20 aprile, quando sfuggirono alla cattura nell’ambito di una operazione della Dda di Catanzaro. I due sono stati arrestati all’alba dopo l’irruzione degli agenti della Squadra Mobile di Bari con i colleghi di Foggia, Catanzaro, del Servizio Centrale Operativo con il supporto dei Reparti Prevenzione Crimine e del Reparto Volo della Polizia di Stato.
Le indagini della Dda di Catanzaro, avviate dopo il colpo armato al caveau, hanno consentito in pochi mesi di identificare i responsabili. Gli assalitori arrivarono in tute mimetiche e armati di kalashnikov riuscendo a portare via un bottino di circa 8 milioni di euro. Gli elementi raccolti dagli investigatori hanno portato ad aprile al fermo di 7 pregiudicati calabresi e pugliesi. Alla cattura, però, sfuggirono due persone, Morra e Pazienza, «due pericolosi latitanti» come li ha definiti Eugenio Masino dello Sco di Roma. Durante l’irruzione i due hanno tentato la fuga scavalcando il muro di recinzione della masseria ma gli agenti avevano cinturato l’intera tenuta di circa un ettaro. Al vaglio degli investigatori baresi c'è ora la posizione di una terza persona, presente nel casolare con i due latitanti, che aveva la disponibilità dell’abitazione.
Le indagini hanno, inoltre, evidenziato l’esistenza di "accordi criminali - ha detto Masino - tra la malavita foggiana e la 'Ndrangheta», oltre a una «probabile sponda su Giovinazzo della criminalità bitontina - ha spiegato il vicedirigente della Squadra Mobile di Bari, Antonio Tafaro - per prestare rifugio ai latitanti». Sempre nelle campagne di Giovinazzo, infatti, si nascondeva il boss di Bitonto Domenico Conte, ritenuto il mandante dell’agguato mafioso del dicembre scorso in cui fu uccisa per errore un’anziana.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh mio Dio», il terrore in diretta dei testimoni

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e 16 feriti. Quattro estratti vivi
«Oh, mio Dio!»: terrore in diretta | Video dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh mio Dio», il terrore in diretta dei testimoni

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e 16 feriti. Quattro estratti vivi
«Oh, mio Dio!»: terrore in diretta | Video dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS