Mercoledì 15 Agosto 2018 | 15:00

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Dopo il blitz di novembre

Maxi piantagione di marijuana due arresti a Canosa di Puglia

Settemila piante furono sequestrate il 9 novembre, quando venne arrestato Davide Dimatteo. Oggi sono finiti ai domiciliari Michele Dimatteo, 51enne di Barletta, e Francesco Desiderato, 50enne di Bitonto (BA)

CANOSA DI PUGLIA (BARLETTA - ANDRIA - TRANI) - Sono accusati di aver coltivato una piantagione di 7.000 piante di marijuana, scoperta dai carabinieri nel novembre 2017 a Canosa di Puglia, a nord di Bari: per questo sono stati arrestati, ai domiciliari con braccialetto elettronico, in esecuzione di due ordinanza di custodia cautelare emesse dal gip di Trani, il barlettano Michele Dimatteo, di 51 anni, e Francesco Desiderato, 50enne di Bitonto. Entrambi hanno precedenti penali. Sono ritenuti responsabili, in concorso con Davide Dimatteo, arrestato a novembre, di aver coltivato la piantagione e di aver prodotto marijuana. A novembre i militari hanno sequestrato le 7.000 piante e 200 chilogrammi di sostanza stupefacente già pronta per essere venduta. Dimatteo fu colto in flagranza di reato e arrestato, gli altri riuscirono a fuggire.

La trasformazione delle piante in sostanza stupefacente avveniva in un opificio per la lavorazione ed essicazione delle stesse. La sostanza stupefacente sequestrata, se commercializzata, secondo i carabinieri avrebbe reso un guadagno milionario.
In cinque differenti serre i Carabinieri sequestrarono 3000 piante di un’altezza media tra i 40 cm ed i 4 metri oltre a 4000 steli in essicazione di un’altezza media di 1 metro e mezzo; ulteriori 65 kg di sostanza in essicazione sui tavoli e 55 chili di vegetale in inflorescenza, in attesa di essere essiccato, nonché 64 kg di sostanza stupefacente già confezionata e pronta per la vendita. Venne stimato che la sostanza stupefacente, se immessa nel mercato, avrebbe fruttato illecitamente milioni di euro. Ai due arrestati di oggi, i militari sono arrivati grazie a una complessa attività di indagine. Oltre ai rilievi compiuti nella piantagione e nella raffineria, utili sono state le immagini di diversi sistemi di video sorveglianza nelle zone circostanti, che hanno consentito agli inquirenti di raccogliere prove che attestavano l’effettiva presenza dei due nella piantagione.

76012 Canosa di Puglia BT, Italia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Bari e Trani, altri 4 mortiin due incidenti stradali

Bari, muoiono madre e figlia
Trani, 2 morti dopo il mare

 
Trani, in arrivo un passaggio pedonale alternativo per attraversare i binari

Trani, in arrivo un passaggio pedonale alternativo per attraversare i binari

 
Movida nel Nord Barese: piste da ballo al tramonto

Movida nel Nord Barese: piste da ballo al tramonto

 
Nord Barese: si prospetta una vendemmia col segno più

Nord Barese: si prospetta una vendemmia col segno più

 
Bisceglie, tour turistico di notteal cimitero: scoppia la polemica

Bisceglie, tour turistico di notte
al cimitero: scoppia la polemica

 
Caso Barletta, Caracciolo a Mennea:«Getti fango per il posto in giunta»

Caso Barletta, Caracciolo a Mennea: «Getti fango per il posto in giunta»

 
Edilizia scolastica, pronti i finanziamenti

Edilizia scolastica, pronti i finanziamenti

 
Barletta, ecco chi è il regista della crisiMennea (Pd) accusa il dem Caracciolo

Barletta, ecco chi è il regista della crisi. Mennea (Pd) accusa il dem Caracciolo

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh Dio, oh Dio!», il terrore in diretta

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e 15 feriti. Quattro estratti vivi
«Oh Dio, oh Dio!»: terrore in diretta | Vd: dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS