Domenica 22 Luglio 2018 | 22:36

Mezzogiorno di Valore - La Gazzetta del Mezzogiorno
NewspaperGame - La Gazzetta del Mezzogiorno.it
Le prime pagine storiche de La Gazzetta del Mezzogiorno in occasione dei suoi 130 anni di vita
Gazzetta Necrologie

LETTERE ALLA GAZZETTA

Raccogliere il testimone della Merlin nella lotta alla prostituzione

Sessanta anni fa, il 20 febbraio 1958, fu approvata la legge Merlin. Gli ultimi casini chiusero a settembre di quell'anno. Oggi i bordelli appartengono al mito. Lina Merlin, già partigiana impavida e membro della Costituente (a lei si deve l'articolo della Costituzione che sancisce l'uguaglianza fra uomini e donne), la paragonò all'abolizione della schiavitù, e non è che poi esagerasse. C'è chi ...

di Francesco Sannicandro, Bari

LETTERE ALLA GAZZETTA

Continuiamo ad essere imbrogliati

Giovedì 15 febbraio al tg di Rai 2 sento che il governo ha dato mandato alla Guardia di Finanza per il controllo delle fatture delle società di telefonia da 28 a 30 giorni. Considerando che le varie compagnie fatturavano 13 volte l’anno, vale a dire incassavano una fattura in più all’anno, la legge prevedeva che riducendo a 12 fatture anche l’importo da pagare sarebbe risultato minore. Ma le ...

di Salvatore di Paola, Bari

LETTERE ALLA GAZZETTA

Sagra di S. Nicola bisogna coinvolgere tutta la città

Il santo patrono viene festeggiato come si sa a maggio nella nostra città ma questo avviene a Bari vecchia e strade limitrofe. Per la festa civile si può anche capire in quanto sarebbe complicato coinvolgere tutta la città ma dal punto di vista religioso si è mai preoccupato qualcuno di pensare ad altri concittadini che per diverse motivazioni non possono o non vogliono (per traffico ecc.) ...

di Giovanni Alfieri, Bari

LETTERE ALLA GAZZETTA

Sono diminuiti gli accessi ai Pronto Soccorso

Dalla esperienza di ogni cittadino, magari di età un pò più adulta per attingere al maggior bagaglio, si può trarre la conseguenza che molti sono costretti a rivolgersi al Pronto Soccorso, direttamente o tramite il 118, per una mancata assistenza da parte delle strutture di medicina di base del territorio. I codici bianchi dovrebbero proprio non avere accesso al ps, tranne alcuni pochi casi, ...

di C. C., Grottaglie (Taranto)

LETTERE ALLA GAZZETTA

Tutti schiavi del cellulare (anche dal medico)

Forse soltanto i lettori canuti hanno provato «smarrimento» alla notizie della chiusura di una delle edicole più conosciute della città, posta all’interno della stazione ferroviaria. Dire che si trattava quasi di una istituzione non è esagerato: sicuro punto di riferimento per i pendolari, si ricorreva ad essa anche quando quotidiani, settimanali o altre pubblicazioni non si trovavano presso ...

di Umberto Giuntoli, Bari

LETTERE ALLA GAZZETTA

Traffico al limite della paralisi, servono interventi risolutivi

LETTERE ALLA GAZZETTA - Ho provato, dopo tanto tempo, a fare una passeggiata al centro di Bari recandomi con l'auto. È stata un'impresa quasi impossibile. Trovare un parcheggio è stato solo un pio desiderio, per cui ho dovuto parcheggiare l'auto al parcheggio di Piazza Cesare Battisti. Costo minimo euro 1,60. Fatti i conti sarebbe convenuto di più il park & ride. Dobbiamo convincerci che il ...

di Biagio Sannicandro, Bari

LETTERE ALLA GAZZETTA

È sempre così: si predica bene, si razzola male

LETTERE ALLA GAZZETTA - Nuovo vocabolo per il dizionario italiano: «demo-crisia», la parola coniata dal direttore De Tomaso per il linguaggio politico. «Siamo nell’era dell’ipocrisia al Potere o della demo-crisia» si legge, sulla «Gazzetta» del 28 gennaio, a proposito dell’inadeguatezza del recente fondo assegnato all’editoria dalla Regione Puglia. L’incongrua sovvenzione all’informazione ...

di Mario Conforti, Bari

LETTERE ALLA GAZZETTA

Bisogna dare una calmata ai revisionisti

LETTERE ALLA GAZZETTA - A mio modesto parere due grandi tragedie hanno segnato in modo indelebile il nostro Paese nella prima metà del 900: la Shoah e le Foibe Titine. Ma ancora più preoccupante è il fatto che vi è ancora chi cerca di perpetuare col dileggio e la menzogna siffatti orrori. Mi riferisco ai cosiddetti «revisionisti» i cui libelli vanno a ruba tra le giovani generazioni. Francesco ...

LETTERE ALLA GAZZETTA

«Una tantum» da documentare con un selfie

LETTERE ALLA GAZZETTA - Troppo grave per parlarne «una tantum». L'abito talare continua a farla franca sulla perversione del secolo: la pedofilia. Dalla gerarchia ecclesiastica solo e sempre irrisorie «mea culpa». Persino Papa Francesco, convinto abbattitore di atavici dogmi e superate ideologie della Chiesa di Roma, ha rischiato di mettere in dubbio la sua infallibilità pastorale, a causa di ...

di Dino Fiume, Monopoli (BA)

LETTERE ALLA GAZZETTA

La grande lezione del cacciatore dei nazisti

LETTERE ALLA GAZZETTA - In quel gennaio del 1945 anche Simon Wiesenthal, architetto polacco, ha potuto lasciare Mauthausen, ultimo dei 14 campi di concentramento nei quali i nazisti lo avevano fatto transitare. Sopravvissuto in circostanze quasi miracolose il suo scheletro, ricoperto di un po’ di pelle, pesava appena una quarantina di chili. Egli non pensò affatto di riprendere la sua attività ...

di Umberto Giuntoli, Bari