Mercoledì 20 Giugno 2018 | 03:46

Svolta nelle indagini

Omicidio nel trullo a Palagiano
catturato il killer: è un 47enne

L'uomo sarebbe responsabile del delitto di Mimmo Dragone: il cadavere fu scoperto il giorno dell'Epifania a Pino di Lemme

Plagiano, 45enne trovatosgozzato in casa: è giallo

I Carabinieri sul logo del delitto (foto Todaro)

Risolto il giallo dell'omicidio di Mimmo Dragone, il bracciante 45enne ucciso nel piccolo trullo a «Pino di Lenne», nel territorio del comune di Palagiano la mattina dell’Epifania. I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Taranto e della Compagnia Carabinieri di Massafra (Ta), hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un 47enne massafrese, Salvatore Bocconi, con precedenti penali, amico della vittima e ritenuto responsabile di omicidio, porto e detenzione in luogo pubblico di armi da sparo. Il presunto assassino è stato rintracciato a Taranto a bordo di un camper, nei pressi di un cantiere navale ubicato nel quartiere Tamburi.

Il corpo senza vita di Dragone fu rinvenuto la mattinata del giorno dell’Epifania, ma l’omicidio sarebbe stato commesso, stando alle indicazioni del medico legale, intorno alle ore 21 del 4 gennaio. Il bracciante fu raggiunto alla gola da un colpo di fucile calibro 16. Inizialmente si pensava che fosse stato accoltellato. Dagli accertamenti investigativi è emerso che nel corso di un tentativo di chiamata, la sera dell’omicidio, il telefono di Bocconi ha agganciato la stazione radio base ubicata a Palagiano, nella cui area di copertura ricade l’abitazione della vittima. Le telecamere hanno poi immortalato un’auto con una persona a bordo e con la lampada destra del porta targa fulminata, mentre percorreva la stradina di accesso all’abitazione di località Pino di Lenne per poi allontanarsi velocemente dopo circa 12 minuti.
Dopo l’omicidio Bocconi avrebbe danneggiato gli pneumatici della macchina in uso ai genitori della vittima nel proposito di ritardare la scoperta del cadavere. In seguito l’uomo ha smesso definitivamente di usare il proprio cellulare, rendendosi irreperibile.
In un’abitazione dell’agro di Mottola in uso al commerciante i carabinieri hanno rinvenuto, occultate in una panca all’esterno della villa, 15 cartucce per fucile da caccia calibro 16 compatibili con quella impiegata per l’omicidio.

La vittima, Mimmo Dragone, abitava da solo ormai da qualche anno nella casetta a pochi metri dallo svincolo per la strada statale 106. Qualche anno fa la sua vita, dopo un matrimonio naufragato, aveva preso una brutta piega. L’uomo aveva cominciato anche a fare uso di stupefacenti. Da diverso tempo si era trasferito da solo in campagna dove viveva in maniera molto modesta andando avanti di espedienti.

IL MOVENTE DELL'OMICIDIO - Sarebbe stato un debito che la vittima aveva con il presunto assassino, il movente dell’omicidio di Cosimo Dragone. Alcuni conoscenti del bracciante ucciso hanno riferito di un presunto debito di denaro contratto da Dragone nei confronti di Bocconi, che avrebbe fatto deteriorare il rapporto tra i due al punto da sfociare, spesso, in accesi litigi nel corso dei quali il commerciante avrebbe minacciato di morte l’amico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Ilva

Ilva, Di Maio: tarantini da garantire
Arcelor: siamo pronti a iniziare

 
La costa tarantinaÈ Vasco il testimonial

La costa tarantina
È Vasco il testimonial

 
Per l'omicidio Reale del 2016arresti della Polizia a Taranto

Per l'omicidio Reale del 2016
arresti della Polizia a Taranto

 
Uccise la madre, assolto per infermità mentale

Uccise la madre, assolto per infermità mentale

 
Emiliano convocato da Lezzi mercoledì l’incontro a Roma

Emiliano convocato da Lezzi
mercoledì l’incontro a Roma

 
Tumori maschili la città si mobilita

Tumori maschili
la città si mobilita

 
gru Ilva di Taranto

Di Maio riprende le consultazioni sull'Ilva. Emiliano: si tuteli il lavoro

 
corsia d'ospedale

In coma da tre mesi, 38 enne
partorisce un bimbo a Taranto

 

MEDIAGALLERY

Mancini a Matera: «Il Brasile vincerà il Mondiale»

Mancini a Matera: «Nel 2019 l'Italia qui per giocare una partita»

 
Decaro a Santa Scolastica: «Entro la fine dell'estate riapriamo il museo»

Decaro a Santa Scolastica: «Entro la fine dell'estate riapriamo il museo»

 
Una «bottega solidale» frutto d'impegno di 20 ragazzi disabili

Una «bottega solidale» frutto d'impegno di 20 ragazzi disabili

 
Le Pink Bari volano in finale per lo scudetto

La Primavera della Pink Bari vola in finale per lo scudetto

 
Il blitz dei Carabinieri a Bari con oltre 100 arresti

Il blitz dei Carabinieri a Bari con oltre 100 arresti

 
Mondiali robotica, il video spot dei 5 piccoli geni baresi per andare in Canada

Mondiali robotica, il video spot dei 5 piccoli geni baresi per andare in Canada

 
Le emozioni di Vasco:Il meglio del sold out al San Nicola di Bari

Le emozioni di Vasco: il meglio del sold out al San Nicola di Bari

 
Corri di notte con la GazzettaIl 29 c'è la Bari Night Run T-Roc

La corsa notturna Vd
della «Gazzetta»
torna la Bari Night Run

 
Corri di notte con la GazzettaIl 29 c'è la Bari Night Run T-Roc

Corri la sera con la «Gazzetta»: il 29 giugno c'è la Bari Night Run Video

 

LAGAZZETTA.TV

Italia TV
Casa abusiva abbattuta a Carmagnola

Casa abusiva abbattuta a Carmagnola

 
Calcio TV
Heysel, le storie di due superstiti Ferlat e Paradiso

Heysel, le storie di due superstiti Ferlat e Paradiso

 
Notiziari TV
Ansatg delle ore 21

Ansatg delle ore 21

 
Mondo TV
Domenica la Turchia al voto, Erdogan cerca lo sprint

Domenica la Turchia al voto, Erdogan cerca lo sprint

 
Economia TV
'Chi sono i rider': 50% studenti,1 su 3 lavoratori

'Chi sono i rider': 50% studenti,1 su 3 lavoratori

 
Meteo TV
Previsioni meteo per mercoledi', 20 giugno 2018

Previsioni meteo per mercoledi', 20 giugno 2018

 
Spettacolo TV
La scoperta interiore di Martino

La scoperta interiore di Martino