Cerca

Mercoledì 17 Gennaio 2018 | 04:15

Motivi passionali

Manduria, finge suicidio
con video su whatsapp

Un 33enne denunciato per aver simulato di spararsi un colpo al petto inviando il filmato alla sorella della fidanzata che vive a Rovigo

Manduria, finge suicidiocon video su whatsapp

la pistola sequestrata

I Carabinieri della Compagnia di Manduria (Ta) hanno denunciato in stato di libertà, un 33enne del posto, in quanto ritenuto responsabile del reato di procurato allarme. L’uomo, per motivi di natura sentimentale, ha inviato, alla sorella della propria fidanzata residente a Rovigo, mediante WhatsApp, n filmato nel quale, dopo aver impugnato una pistola, si sparava al petto simulando quindi un suicidio.

La ragazza, evidentemente scossa dal filmato ricevuto, ha dato subito l’allarme telefonando al 112; la Centrale Operativa di Padova, ha contattato i militari di Manduria, che hanno rintracciato poco dopo il 33enne presso la propria abitazione di Manduria, in ottimo stato di salute.

Interpellato sul filmato shock, l’uomo ha ammesso le proprie responsabilità nonché la paternità del videomessaggio trasmesso, consegnando spontaneamente l’arma utilizzata per la simulazione, una pistola a salve, con relativo munizionamento, che è stata sequestrata.

Redazione on line

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione