Lunedì 23 Luglio 2018 | 13:53

A Pino Di Lenne

Palagiano, 45enne trovato
sgozzato in casa: è giallo

Plagiano, 45enne trovatosgozzato in casa: è giallo

I Carabinieri sul logo del delitto (foto Todaro)

TARANTO - Befana di sangue nel Tarantino. Un uomo di 45 anni, Mimmo Dragone, di Palagiano, è stato sgozzato nella sua villetta in località Pino di Lenne, a pochi chilometri dalla statale 106 Taranto-Reggio Calabria. Lo hanno ucciso con una coltellata alla gola, lasciandolo riverso sul divano di casa. L’uomo, disoccupato e separato da tempo, non dava più notizie di sè da un paio di giorni. Suo padre oggi è andato a cercarlo nell’abitazione rurale, facendo la macabra scoperta.

La vittima, con un piccolo precedente penale risalente a molti anni fa, è stata ammazzata probabilmente dopo una colluttazione. I carabinieri del Reparto Operativo, diretti dal tenente colonnello Giovanni Tamborrino, indagano per omicidio e al momento non si esclude alcuna pista investigativa. Gli operatori del 118 intervenuti sul posto non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’uomo, che potrebbe risalire alla giornata di ieri. Sul luogo del delitto anche il pubblico ministero di turno Remo Epifani e il medico legale Marcello Chironi.

I rilievi della Scientifica, compiuti sia all’interno che all’esterno della villetta, aiuteranno a comprendere la dinamica dei fatti. I carabinieri hanno ascoltato familiari e conoscenti della vittima per cercare di indirizzare le indagini.

L’uomo sarebbe stato ucciso con una coltellata alla gola dopo un litigio o per un regolamento di conti: queste le principali ipotesi fatte dagli investigatori che, nella fase iniziale delle indagini, stanno mettendo sotto la lente d’ingrandimento la vita del 45enne. La villa in cui è avvenuto l’omicidio si trova in una zona abbastanza isolata. Il cadavere era nel soggiorno: Dragone aveva una profonda ferita alla gola provocata da un’arma da taglio che non è stata trovata nel corso della perquisizione. L' uomo, a quanto si è appreso, ha cercato di difendersi. I carabinieri stanno ora indagando per verificare se abbia avuto recentemente contatti con pregiudicati del posto, ma si escludono collegamenti con la malavita organizzata.

Dal cellulare della vittima potrebbero arrivare indicazioni importanti anche in relazione alle sue ultime frequentazioni. Allo stato, comunque, non ci sono sospettati. Il pm Remo Epifani, in attesa di affidare l’autopsia, ha disposto gli approfondimenti del caso per tentare di risolvere un giallo all’apparenza inestricabile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Di Maio: sto per firmare atti per accertamenti su gara Ilva

Di Maio: sto per firmare atti
per accertamenti su gara Ilva

 
multe

Al Comune mezzo milione
dalle multe agli automobilisti

 
Ilva, Procura Taranto: rispettate40 prescrizione su 42: archiviareaccuse per commissari e tecnici

Ilva, Procura Taranto: rispettate
40 prescrizioni su 42: archiviare
accuse per commissari e tecnici

 
Gara Ilva, bufera su Di Maio«Annullamento è una follia»Cantone (Anac) frena sul parere

Gara Ilva, bufera su Di Maio. Cantone (Anac) frena. Ministro: «Verifichiamo»

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Muore mentre cambia la ruota al suo tir: malore per un autista tarantino

Muore mentre cambia la ruota al suo tir: malore per un autista tarantino

 
Spaccio di droga19 arresti a Taranto

Spaccio di droga
19 arresti a Taranto

 
Ilva, Codacons esclusi da Misepresenta ricorso a Consiglio Stato

Ilva, Codacons esclusi da Mise
presenta ricorso a Consiglio Stato

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS