Cerca

Venerdì 19 Gennaio 2018 | 02:20

il comune è già intervenuto

Taranto, scuola XXV Luglio
cadono pezzi di solaio

Taranto, scuola XXV Luglio cadono pezzi di solaio

Momenti di paura ieri nella scuola XXV Luglio per la caduta di calcinacci da un solaio a cui si è aggiunta la protesa per lo stato generale dell’edificio scolastico e di molti infissi in particolare. Il Comune di Taranto assicura: la popolazione scolastica non corre rischi e l’episodio verificatosi è circoscritto.

«Dal sopralluogo eseguito dai Vigili del Fuoco - dice infatti in proposito una nota di Palazzo di Città - non è emersa una situazione di pericolo tale da richiedere l'inibizione all'accesso da parte gli studenti e del personale scolastico nell'istituto comprensivo XXV Luglio».

«Tempestivo, dopo quello dei Vigili del Fuoco, è stato l'intervento dei tecnici comunali che, allertati dall'assessore ai Lavori pubblici, Aurelio Di Paola, hanno eseguito un ulteriore sopralluogo all'interno». Secondo l’assessore, «la caduta di pezzi di intonaco dal solaio del terzo piano è stata determinata da infiltrazioni idriche localizzate. Dunque - precisa Di Paola - nessun rischio per quel che riguarda la struttura».

La zona interessata dal cedimento è stata delimitata perchè, fa sapere il Comune, si trova in un punto di passaggio anche per consentire che vengano eseguiti i necessari lavori di ripristino, già avviati, che dovrebbero essere portati a termine nel giro di circa due settimane.

«Al netto dei disagi - dichiara Di Paola - possiamo dire che il Comune ha subito avviato le operazioni necessarie a ripristinare la normalità. I Vigili del Fuoco ci hanno riportato una condizione di non pericolosità tale da non richiedere la chiusura del plesso scolastico nel periodo di esecuzione degli interventi di ripristino».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione