Domenica 22 Luglio 2018 | 18:38

Arrestato un 20enne

Taranto, ragazzini segregati
in spiaggia per essere rapinati

La Polizia fa luce su un inquietante episodio avvenuto due mesi fa e che ha visto vittime tra ragazzini di 12 e 13 anni

Taranto,  ragazzini segregatiin spiaggia per essere rapinati

Sequestrò tre ragazzini per derubarli di soldi e cellulari: con l'accusa di sequestro di persona e rapina, un 20enne pregiudicato di Taranto è stato arrestato dagli agenti della Squadra mobile in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere. La sera dello scorso 23 settembre, nel risalire dal lungomare cittadino, tre minori di età compresa tra i 12 e 13 anni, furono avvicinati dall’indagato e costretti, dietro minaccia di morte, a svuotare le tasche ed a consegnargli i telefoni cellulari ed il danaro in loro possesso.

Le vittime furono poi condotte verso la spiaggia, ed una volta lì, costretti a togliersi le scarpe e a restare seduti, in silenzio, su un'angusta piattaforma di legno, con la minaccia di non raccontare nulla ai genitori. L’uomo riuscì a convincere i giovani che sarebbero stati controllati da altri complici. Così, sono rimasti nascosti per un lungo lasso di tempo: i tre minori, seppure impauriti, hanno trovato il coraggio di allontanarsi, decidendo, per evitare incontri pericolosi, di raggiungere il molo via mare, procedendo in una zona buia.

Una volta lì, con i vestiti bagnati, furono aiutati dal custode presente sul posto a raggiungere la strada, e finalmente i propri genitori, cui hanno immediatamente raccontato la triste disavventura.

Grazie alla descrizione fornita dalle giovani vittime, i Falchi della Squadra Mobile sono risaliti in breve tempo all’identità del malvivente, che è stato riconosciuto in foto dai ragazzi.  Nei suoi confronti, sono state, allo stato, contestate le ipotesi di rapina e di sequestro di persona, tenuto conto che i minori, dopo la sottrazione dei telefoni cellulari e del danaro, e privati per giunta delle scarpe, sono stati costretti per oltre un'ora a permanere in una zona da cui era difficile fuggire, con la minaccia di essere controllati da altri complici dell'indagato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Ilva, Procura Taranto: rispettate40 prescrizione su 42: archiviareaccuse per commissari e tecnici

Ilva, Procura Taranto: rispettate
40 prescrizioni su 42: archiviare
accuse per commissari e tecnici

 
Gara Ilva, bufera su Di Maio«Annullamento è una follia»Cantone (Anac) frena sul parere

Gara Ilva, bufera su Di Maio. Cantone (Anac) frena. Ministro: «Verifichiamo»

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Muore mentre cambia la ruota al suo tir: malore per un autista tarantino

Muore mentre cambia la ruota al suo tir: malore per un autista tarantino

 
Spaccio di droga19 arresti a Taranto

Spaccio di droga
19 arresti a Taranto

 
Ilva, Codacons esclusi da Misepresenta ricorso a Consiglio Stato

Ilva, Codacons esclusi da Mise
presenta ricorso a Consiglio Stato

 
Emissioni di nubi maleodoranti Eni e Hidrochemical a giudizio

Emissioni di nubi maleodoranti
Eni e Hidrochemical a giudizio

 
Ilva, Anac «Criticità in gara, ma stop spetta a governo» e Di Maio informa Conte

Ilva, Di Maio: «Hanno fatto un pasticcio. Al via indagine»
Emiliano: Anac ci ha dato ragione

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS