Cerca

Mercoledì 22 Novembre 2017 | 00:19

Taranto violenta

Nella rissa tra condomini
aggrediti pure i poliziotti

La lite in uno stabile di via Nettuno, denunciate quattro persone

polizia

TARANTO - Una lite condominiale è sfociata in una rissa vera e propria per sedare la quale si è reso necessario l’intervento della Polizia. Ma quando gli agenti sono arrivati a placare gli animi, i protagonisti della zuffa se la sono presa pure con loro e li hanno aggrediti. Quattro persone sono state denunciate al termine delle operazioni.

L’episodio si è verificato nel pomeriggio di sabato in città. Gli agenti della Volante sono intervenuti in via Nettuno dove era stato segnalato un animato litigio fra due persone residenti nello stesso stabile in cui si era verificata la lite.

Giunti sul posto, i poliziotti sono scesi dall’auto di servizio e sono entrati all’interno dell’edificio dove due persone, uno dei quali armato di un casco da motociclista, si stavano violentemente picchiando. Incuranti della presenza degli agenti, i due hanno proseguito a darsele di santa ragione. Anzi. Dopo alcuni istanti particolarmente concitati, gli agenti sono riusciti a dividere le due persone, ma per tutta risposta sono stati più volte minacciati ed ingiuriati da entrambe.

Uno dei due contendenti, quello che era in possesso del casco, approfittando della confusione, è riuscito persino a dileguarsi. L’altro, invece, spalleggiato da due suoi familiari, un fratello ed un nipote, ha cercato ripetutamente di aggredire i poliziotti, colpevoli a loro dire di avere sedato la lite.

Gli atteggiamenti dei tre uomini sono continuati anche con l’arrivo di un altro equipaggio delle Volanti e uno della Sezione Falchi.

Con non poche difficoltà, i poliziotti sono riusciti a riportare la situazione alla calma. L’uomo coinvolto nel litigio, ancora sanguinante, è stato assistito dai sanitari del 118 che dopo le prime cure lo hanno trasportato al Pronto soccorso del Santissima Annunziata.

I suoi parenti, due uomini di 41 e 22 anni, insieme all’altra persona coinvolta precedentemente nel litigo, rintracciata poi presso la sua abitazione, sono stati accompagnati negli uffici della Questura.

Dopo i rilievi di rito, i tre fermati sono stati tutti denunciati in stato di libertà per resistenza, lesioni, oltraggio e minacce a pubblico ufficiale. Anche l’uomo ricoverato al pronto soccorso - con 7 giorni di prognosi - è stato denunciato per gli stessi reati.

M.Mas.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione