Cerca

Mercoledì 22 Novembre 2017 | 00:21

la donna di origini dominicane insultata

Associazione Sos Razzismo
«No alle discriminazioni»

Associazione Sos Razzismo«No alle discriminazioni»

TARANTO - «Ringraziamo la Magistratura, le forze dell’ordine e non per ultimo il coraggio della donna»: è quanto scrive l’associazione «Sos Razzismo» in una nota riguardante la vicenda della donna di origini dominicane oggetto di insulti, discriminazioni a sfondo razzista non solo dal suo ex convivente, ma anche della di lui sorella, avvocato, consigliere dell’Ordine provinciale degli avvocati, nonché esponente di un partito politico. 

«Ai maltrattamenti di cui si accusa l’uomo - si evidenzia - si è aggiunta quindi la componente razzista. Nella quale si sono uniti fratello e sorella, quando evidentemente si erano rotte le ragioni che tenevano insieme la coppia. Contro questa punta di iceberg del razzismo - si legge ancora nel comunicato - intendiamo alzare la guardia come Sos Razzismo, associazione nazionale fra le più impegnate a far superare i pregiudizi nei confronti degli immigrati, difendendone i diritti. L’alta posizione sociale dei coinvolti che speriamo innocenti, ci auguriamo non sia la premessa per uno sdoganamento di comportamenti esecrabili che devono essere messi al bando. La cosa ancora più triste è che i reati contestati dalla Procura della Repubblica di Taranto siano stati commessi in presenza della figlia minore della coppia. In questo contesto assai delicato  importante é comprendere se ci siano i presupposti per garantire il sano sviluppo della crescita della figlia nel contesto familiare paterno. Infine la vicenda apre uno spaccato istituzionalmente rilevante sicché - conclude il comunicato stampa - è auspicabile che il consiglio distrettuale di disciplina di Lecce, competente per i fatti del Foro jonico, abbia già aperto un’istruttoria a garanzia dell’onorabilità dell'istruzione forense».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione