Cerca

Lunedì 18 Dicembre 2017 | 17:14

candidatura 2020

A «Grottaglie in fiera»
si parla anche di sport

Nello spazio «Connessioni» un dibattito sulla candidatura a Città europea dello sport 2020

A «Grottaglie in fiera» si parla anche di sport

Raffaella Capriglia

GROTTAGLIE - Col dibattito su Grottaglie candidata a Città europea dello sport 2020, sull’importanza dello sport per tutti e l’intervento di Giuseppe Pinto, presidente del Comitato italiano Paralimpico di Puglia, sono stati inaugurati gli incontri di “Connessioni”, lo spazio dell’amministrazione comunale di Grottaglie all’interno di Grottaglie in Fiera, aperto fino all’1 ottobre. Sono intervenuti Ciro D’Alò, sindaco di Grottaglie, Vincenzo Quaranta, vice sindaco con delega allo sport, e Michelangelo Giusti, presidente provinciale del Coni. A seguire, nei 200 metri quadrati del padiglione, si è svolto il dibattito «Un’agricoltura in equilibrio con l’ambiente», incontro promosso da Slow Food Grottaglie Vigne e Ceramiche, in cui sono intervenuti Marcello Longo, consigliere nazionale Slow Food Italia e consigliere della fondazione Slow Food per la biodiversità onlus, Franco Peluso, fiduciario Slow Food Grottaglie Vigne e Ceramiche, gli imprenditori agricoli Lucia Cavallo e Nicola Motolese e lo stesso primo cittadino D’Alò.

Successivamente, si è svolta una degustazione, a cura della locale condotta. Domenica scorsa la mattinata è stata dedicata ai più piccoli, con l’animazione teatrale dell’associazione culturale il Duende. Nel pomeriggio, invece, si è discusso di Politiche culturali e patrimonio della città, con Mauro Paolo Bruno, dirigente sezione economia della cultura della Regione Puglia, e Elisabetta Dubla, assessore alla cultura del Comune di Grottaglie. Tutto confermato anche per oggi. In ballo c’è il nuovo bando regionale della rigenerazione urbana, con fondi europei per 109 milioni di euro. Grottaglie si candida ad ottenere una parte di questi finanziamenti, dopo il varo, da parte del consiglio comunale, del Dpru, documento programmatico di rigenerazione urbana e della strategia Sisus, Strategia integrata di sviluppo urbano sostenibile, collegata allo stesso Dpru. Il Comune di Grottaglie ha individuato come ambito prioritario per gli interventi di rigenerazione il centro storico (Grottaglie vecchia e quartiere delle ceramiche), insieme alle due gravine che lo circondano.

Tra gli interventi indicati ci sono la rimozione dell’asfalto in favore delle chianche, un percorso ciclopedonale ed azioni “immateriali” di tipo sociale e culturale. Dalle ore 18.30, al dibattito nello stand istituzionale interverranno Alfonsino Pisicchio, assessore regionale alla Pianificazione Territoriale, Alessandra Casu, professore associato in urbanistica dell’Università degli studi di Sassari, Massimo Prontera, presidente Ordine degli Architetti di Taranto, Paolo Campagna, presidente Ance Taranto, Francesco Rotondo, dirigente dell’area tecnica del Comune, Rocco Cerino, dello staff della rigenerazione urbana e Giovanni Blasi, assessore comunale all’urbanistica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione