Cerca

Venerdì 24 Novembre 2017 | 14:14

a manduria

Rondoni, grillai, gheppi, civette
in libertà nelle Riserve Naturali

falco liberato

MANDURIA - Rondoni, grillai, gheppi, assioli e civette in libertà nelle Riserve Naturali del Litorale Tarantino Orientale dopo essere stati in cura presso il Centro di Recupero dell’Osservatorio Faunistico Regionale. È la prima liberazione di fauna selvatica nelle Riserve nell’ambito del servizio affidato dalla Provincia di Taranto per l’accoglienza, il primo soccorso, la liberazione e il trasferimento della fauna selvatica ferita o in difficoltà al Centro di Recupero dell’Osservatorio Faunistico Regionale. Liberazione organizzata dallo staff delle Riserve, in collaborazione con l’ambulatorio San Francesco. Tanti curiosi turisti si sono ritrovati presso l’area protetta “Bosco Cuturi” per seguire la liberazione di alcuni animali precedentemente recuperati in zona e curati.
Il supporto logistico è stato garantito dall’Arif Puglia, dal Nucleo Guardie Ambientali di Avetrana e dalla Protezione Civile Era di Manduria. Solo nel primo mese di attività, presso la struttura operativa della Masseria Marina - Casa del Parco, sono stati consegnati numerosi esemplari in difficoltà, tra cui rondoni, grillai, gheppi, assioli e civette.
«Il ritrovamento di un selvatico in difficoltà va comunicato alla polizia locale, che provvede a consegnarlo alle cure dell’ambulatorio veterinario S. Francesco, il quale, una volta accolto e schedato, presta gli interventi di primo livello e di primo soccorso che si rendono necessari per il superamento della fase critica» rende noto il direttore delle Riserve, Alessandro Mariggiò. «In seguito si instaura la terapia più opportuna e viene emessa la prognosi che può comprendere la reimmissione in natura o, in caso di necessità di riabilitazione, il trasporto presso il Centro Regionale di Bitetto». [N.Per.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione