Cerca

Martedì 21 Novembre 2017 | 07:07

il nuovo sponsor

«E chi beve birra Raffo
sostiene l'Università di Taranto»

Siglato l'accordo. Bottiglie speciali per finanziare l'acquisto di strumenti didattici

bottiglia birra Raffo per l'Università di Taranto

di PAMELA GIUFFRE'

Chi beve birra Raffo sostiene l’Università di Taranto. Lo storico brand e la città dei due mari uniti più che mai. L’ultima iniziativa presentata ieri mattina è infatti denominata «Raffo per l’Università» ed ha l’obiettivo di supportare il polo jonico dell’Università degli Studi di Bari contribuendo a dare una nuova forza all’Ateneo cittadino con nuovi strumenti didattici. Tutti i dettagli sono stati forniti nella sala consiglio della sede di Giurisprudenza da Federico Sannella, direttore relazioni esterne Birra Peroni, Camilla Cicerchia, brand manager Raffo, ed i rappresentanti degli studenti Roberto Mennillo e Claudio Aurora. Presenti il professor Bruno Notarnicola, direttore del Dipartimento ionico in Sistemi giuridici ed economici del Mediterraneo, nonché docente di Merceologia all’Università, e Riccardo Pagano, delegato del rettore al polo jonico.

«Dal giugno - spiega Cicerchia - lanceremo sul mercato un’iniziativa speciale, come sarà comunicato sull’etichetta della Raffo da 33 centilitri e sulla confezione della 33 x 3, dove comparirà il logo del Dipartimento jonico con la frase “Raffo per l’Università”. Con ogni bottiglia scelta, infatti, i cittadini di Taranto contribuiranno a supportare con Raffo gli studenti tarantini, fornendo strumenti didattici come pc, stampanti, e software, al dipartimento jonico dell’Università di Bari nella sede di Taranto per le facoltà di Giurisprudenza ed Economia. La bottiglia sostituirà quella tradizionale sicuramente per tutta l’estate, periodo nel quale senz’altro il consumo di Raffo aumenta. Per cui - afferma - anche in tutti i supermercati d’Italia dove è possibile trovare la nostra birra, la 33 centilitri sarà a sostegno dell’Università di Taranto».

«Dal lontano 1919 - sottolinea Sannella - Raffo accompagna la vita della città di Taranto. Oggi vogliamo rinsaldare questo legame contribuendo alla costruzione del futuro, iniziando proprio da coloro che ne saranno i protagonisti, ovvero i giovani. Raffo è da sempre presente nella vita della città, e da oggi con questa iniziativa gioca un ruolo attivo anche a supporto della cultura, della formazione e dello sviluppo imprenditoriale del futuro».

«Con grande entusiasmo - afferma il professor Notarnicola - abbiamo accolto la proposta di Raffo di sostenere il nostro Ateneo. Questa iniziativa può rivelarsi un moltiplicatore di opportunità per i giovani della nostra terra».

Ma come è fatta questa nuova bottiglia? Sul collo della bottiglia da 33 centilitri Raffo è stato marchiato il logo della birra unito all’indicazione del Dipartimento jonico. Sull’etichetta invece le motivazioni: «Scegliendo questa bottiglia, contribuisci a supportare con Raffo gli studenti tarantini, fornendo strumenti didattici, come computer e software, al Dipartimento jonico dell’Università Aldo Moro nella sede di Taranto. I giovani sono infatti coloro che aggiungono nuova forza all’orgoglio di questa terra, costruendo una Taranto che guarda al futuro». Infine, l’invito a scoprire tutti i dettagli dell’iniziativa sul sito internet www.raffo.it. Lo storico brand non è nuovo a questo genere di attività. Oltre alla sponsorizzazione della maglia del «Taranto Calcio» e al «Raffo fest», si ricorda infatti anche il referendum popolare attraverso il quale è stato chiesto ai tarantini di scegliere la nuova bottiglia della birra dei due mari. Hanno aderito oltre 3000 cittadini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alexsbar

    28 Maggio 2017 - 22:10

    dopo l'alcol (prima causa di mortalità per i giovani europei 15/29 anni - OMS) la prossima sponsorizzazione dell'Università sarà con il gioco d'azzardo?

    Rispondi

Altri articoli dalla sezione