Cerca

Venerdì 17 Novembre 2017 | 18:39

san cataldo

Oggi la grande processione
a mare del patrono di Taranto

Ultima consegna della statua a Stefàno nel ruolo di sindaco. In serata apertura del ponte girevole

Oggi la grande processione a mare del patrono di Taranto

Parte oggi la tre giorni del patrono di Taranto. La cerimonia «d’u pregge» (del «privilegio») e la grande processione a mare del simulacro del Santo caratterizzano i momenti più intensi della festa. Stasera, alle 18.45, in Cattedrale, il Capitolo Metropolitano consegnerà la statua di San Cataldo al sindaco di Taranto Ezio Stefàno. Per il primo cittadino, giunto alla fine del suo mandato, si tratta dell’ultimo atto di questo antico e solenne rituale, privilegio riservato alla massima autorità cittadina. L’arcivescovo Filippo Santoro rivolgerà un discorso alle autorità chiedendo di mantenere fede al patto di solidarietà tra Chiesa e istituzioni per il bene di Taranto. Il messaggio di monsignor Santoro, quest’anno, assume un significato di particolare rilievo in quanto si colloca in un momento segnato dalle vicende legate alle sorti del siderurgico tarantino e dalla campagna elettorale in corso per il rinnovo del Consiglio comunale e l’elezione del sindaco.

PROCESSIONE A MARE. Dalla Cattedrale la statua di San Cataldo sarà portata al molo Sant’Eligio per poi essere imbarcata sulla nave Cheradi messa a disposizione dalla Marina Militare, dove saliranno il clero e le autorità. L’effigie del Santo, seguita da barche, pescherecci e motoscafi, percorrerà Mar Grande ed entrerà nel canale navigabile col ponte girevole aperto tra le 20.30 e le 21, salutata dai fuochi d’artificio dal Castello Aragonee. Al termine sarà riportata alla discesa Vasto con la processione a terra sino al Duomo.

PALIO DI TARANTO. Oggi c’è anche il Palio di Taranto, la tradizionale gara di imbarcazioni a remi in rappresentanza dei rioni cittadini che precede la processione a mare.

DIRETTA STUDIO 100. A partire dalle 16.30, l’emittente Studio 100 trasmetterà un doppio appuntamento: il Palio di Taranto raccontato da Gianni Sebastio e, a seguire, dalle 18, la processione a mare di San Cataldo commentata da Angelo Caputo. Studio 100 tv è visibile sul canale 15 del digitale terrestre e in live streaming all’indirizzo www.studio100.it.

ANELLO DI SAN CATALDO. Promossa dalla presidenza dell’associazione dei consumatori Adiconsum di Taranto e dal sindacato Cisl, si tiene oggi la decima edizione della consegna dell’anello di San Cataldo. La cerimonia è in programma alle 10 nella sala riunioni del Palazzo della Provincia in via Anfiteatro. Quest’anno il riconoscimento sarà consegnato a Domenico Palmiotti, capo servizio della redazione di Taranto de «La Gazzetta del Mezzogiorno» e, ricorrendo il decimo anno di assegnazione, un anello di San Cataldo speciale è stato previsto per il segretario generale Cisl di Puglia e Basilicata Daniela Fumarola. «L’anello di San Cataldo rappresenta un riconoscimento a uomini, istituzioni e realtà sociali che si distinguono quotidianamente con la propria opera a favore del bene comune».

CATALDIANUM. Ieri a Palazzo di Città, con il concerto dei maestri e allievi del Paisiello, è stato celebrato il Cataldianum: il riconoscimento del Comitato per la qualità della vita voluto dall’arcivescovo Guglielmo Motolese. La targa Cataldianum è stata consegnata al Comune di Cirò Marina rappresentato dal sindaco Nicodemo Parrilla; la pergamena Cataldianum alla memoria del regista, attore e autore teatrale tarantino Leo Pantaleo, scomparso lo scorso 13 aprile; il Cataldianum a don Emanuele Ferro, parroco della Cattedrale; la pergamena «Il mio nome è Cataldo» a Cataldo D’Andria, giornalista in pensione della «Gazzetta» (redazione di Taranto). Pergamene Cataldianum sono state consegnate agli studenti dell’istituto comprensivo Pirandello - Eleonora Lombardi, Federica Muscoso, Denis Piepoli - alla docente Maria Nasole e al dirigente scolastico Antonella Caforio.[debora piccolo]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione