Cerca

Venerdì 24 Novembre 2017 | 21:29

Giangrande conferma il ricorso al tar

Ampliamento iper a Taranto
il no di Confcommercio

Ampliamento iper a Taranto il no di Confcommercio

TARANTO - Contro il via libera da parte di Regione Puglia Comune di Taranto all’ampliamento di Auchan, Confcommercio ha presentato da tempo ricorso al Tar di Lecce tramite l’avvocato Giuseppe Misserini, esperto in diritto amministrativo. In particolare, l‘associazione si schiera contro il via libera concesso dagli uffici regionali il 4 agosto dello scorso anno. In realtà, il parere positivo era stato emesso al termine di una serie di riunioni (si tratta delle conferenze di servizi) che hanno acceso il «semaforo verde» solo all’autorizzazione commerciale richiesta dal progetto presentato da Auchan spa e da «Gallerie commerciali Italia spa». Si tratta di un aumento della superficie pari al 20 per cento che i commercianti hanno più volte contestato tant’è che, nello scorso settembre, lo stesso Giangrande aveva annunciato il ricorso al Tribunale amministrativo regionale. E all’annuncio poi ha fatto seguito la presentazione formale del ricorso stesso.

Secondo indiscrezioni, la Confcommercio chiede al Tar di Lecce di verificare se le procedure siano state seguite regolarmente. Alcune delle perplessità di Confcommercio, che nel ricorso è sostenuta anche da alcuni operatori commerciali di via Cesare Battisti e del Borgo, ruoterebbero intorno al fatto che non sarebbero state osservate delle prescrizioni al progetto avanzate dalla direzione Urbanistica della Regione Puglia. Ma non solo. La controffensiva curata dall’avvocato Misserini si reggerebbe anche sul fatto che la definizione del numero dei parcheggi non sarebbe adeguata all’incremento degli spazi commerciali (del 20 per cento). Inoltre, ci sarebbe almeno un altro elemento da valutare. Il riferimento è al fatto che, proprio per aumentare il numero dei posti auto, i progettisti di Auchan e «Gallerie commerciali Italia» avrebbero previsto la costruzione di una sopraelevazione che, secondo la tesi dell’associazione dei commercianti, potrebbe essere realizzata solo dopo la presentazione ed il rilascio della Vas (Valutazione ambientale strategica).

Come si sottolineava prima, l’iniziativa di Confcommercio è riferita sostanzialmente all’autorizzazione commerciale concessa dalla Regione Puglia. E il Comune di Taranto? A firmare la convenzione per l’ampliamento sarà il dirigente della direzione Urbanistica ed edilità, Cosimo Netti. Nella proposta progettuale sono previsti anche parcheggi ed aree a verde che la società dovrà realizzare e poi cedere gratuitamente al Comune.

In altre parole, i posti auto saranno gestiti per 15 anni da Auchan e saranno ovviamente a disposizione prevalentemente dei clienti del centro commerciale ma la proprietà sarà dell'Amministrazione comunale. Si tratta di aree che rientrano nei cosiddetti «standard urbanistici», in particolare costituiti da una superficie a verde di oltre 5mila metri quadrati; un'area per parcheggio di oltre 16mila metri quadrati ed una di 10mila metri quadrati sopraelevata con 8.400 metri quadrati per parcheggi. Per i clienti, quindi, ci saranno oltre 2mila posti auto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione