Cerca

Venerdì 24 Novembre 2017 | 04:25

inaugurazione a taranto

Locali confiscati alla mafia
per gruppo sport disabili

Locali confiscati alla mafiaper gruppo sport disabili

di LEO SPALLUTO

TARANTO - Sarà più di un’inaugurazione. E’ un messaggio di speranza e riscatto per l’intera città. E’ tutto pronto per la grande festa del gruppo sportivo Delfino onlus: domani, alle 18.30, ci sarà il taglio del nastro per la nuova sede dell’associazione sportiva dilettantistica in corso Annibale 21 nella zona Taranto 2.
Non si tratta di un appartamento qualunque. I locali sono stati confiscati alla criminalità organizzata, secondo le procedure previste dal decreto legislativo 159 del 2011, e assegnati dal Comune di Taranto al gruppo sportivo Delfino. Tutto è avvenuto grazie ad un bando di gara indetto nel giugno del 2015.
L’associazione tarantina, guidata dal presidente Giuseppe Fischetti, è impegnata sin dal 1981 nel campo della promozione sportiva tra i disabili intellettivi. Il sodalizio è affiliato alla Fisdir, la Federazione italiana sport disabilità intellettiva relazionale, ed è riconosciuto anche dal Comitato paralimpico nazionale.
L’avventura del gruppo sportivo è nata 36 anni fa nell’ambito dell’allora Federazione italiana sport e handicap. Due anni dopo, nel 1983, è cominciata l’attività di promozione della pratica sportiva tra i tesserati, con particolare attenzione alle discipline del nuoto, salvamento, sincronizzato, water basket, ginnastica artistica, atletica leggera e bocce. Il «Delfino» ha subito ottenuto risultati di prestigio a livello internazionale e nazionale, conquistando la stella di bronzo del Coni al merito sportivo nel 2015. Nello stesso anno una delle fondatrici, Edvige Sbrizzai, ha ricevuto la stella d’argento.

L’inaugurazione della sede di corso Annibale rappresenta un momento storico. E’ un ulteriore riconoscimento per l’attività svolta a favore dei diversamente abili e lancia un messaggio confortante di ripristino e affermazione della legalità. «L’apertura dei nuovi locali - sottolinea il presidente Fischetti - ci consentirà di sviluppare alcune attività sociali che intendiamo proporre ai nostri tesserati. La sede può infatti diventare un punto di riferimento per i disabili intellettivi della città».
L’attesa è grande. Operatori e utenti del gruppo sportivo Delfino aspettano con emozione la sera della «vernice»: «Sarà un momento speciale - prosegue il presidente Fischetti - per i ragazzi, per i genitori, per i tecnici e i volontari che hanno contribuito alla realizzazione e al cammino della nostra associazione sportiva. Condivideremo questa grande giornata di gioia con tutti coloro che hanno vissuto la storia del gruppo sportivo Delfino in tanti anni di impegno sul territorio».
Alla serata di domani saranno presenti, oltre alle autorità cittadine, anche i rappresentanti di tutte le associazioni sportive affiliate alle federazioni del Comitato paralimpico pugliese. Sono stati inoltre invitati i vertici delle federazioni e degli enti di promozione sportiva che appartengono alla «famiglia» del Coni regionale e provinciale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione