Cerca

Domenica 19 Novembre 2017 | 19:00

Protesta

Chiude il Brico a Taranto
a rischio 21 lavoratori

Chiude il Brico a Taranto a rischio 21 lavoratori

TARANTO - Si appellano alla task force per il lavoro della Regione Puglia i sindacati che ieri mattina accanto ai lavoratori del Brico Center di Taranto hanno manifestato il loro disappunto contro la decisione di chiusura e licenziamenti del punto vendita all’interno dell’ipermercato Auchan.

Per 21 dipendenti l’ultimo giorno di lavoro potrebbe essere il 17 gennaio, giorno in cui la società, dopo anni di perdite (si parla di un buco di quasi due milioni di euro), potrebbe iniziare a smantellare le attività dall’area di circa 3mila metri quadrati proprio all’ingresso della galleria dell’ipermercato.

«Contestiamo la decisione dell’azienda di andare avanti verso la chiusura senza un minimo di confronto – ha detto Giovanni D’Arcangelo della Filcams Cgil, ecco perché chiediamo alla Regione di farsi interprete del malessere di questi lavoratori non solo chiedendo all’azienda di recedere dai licenziamenti ma anche chiedendo esattamente ad Auchan cosa intenda fare di quest’area che rimarrebbe deserta subito dopo il 17 gennaio».

«Le soluzioni occupazionali vanno trovate di comune accordo con la galleria Auchan – ha aggiunto Antonio Arcadio della Fisascat Cisl, rimarcando ancora una volta l’appello alla Regione. La chiusura dell’attività risulterebbe infatti in netta contraddizione il permesso dato ad Auchan di ampliare del 20% la superficie di vendita e che paradossalmente ora rischia di ritrovarsi con un ulteriore superficie libera di 3mila metri quadri, quelli occupati dal Brico».

L’obiettivo del sindacato parrebbe dunque quello di abbinare le sorti dello spazio a quelle dei lavoratori obbligando chi arriverà a dare delle risposte anche dal punto di vista occupazionale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione