Cerca

Lavoro

Taranto, Brico chiude
e licenzia 21 unità

L'azienda: il punto di Taranto va male, in 4 anni abbiamo perso 2 milioni di euro I sindacati: non avete mai investito, da un anno chiuso il reparto di falegnameria

Taranto, Brico chiude e licenzia 21 unità

Il sindacato Cisl dei lavoratori del commercio lancia un nuovo allarme: da metà gennaio chiude Brico nel centro commerciale Auchan e 21 dipendenti saranno licenziati. «Presente su tutto il territorio italiano con oltre cento filiali, Brico Center Taranto - si legge nella nota del sindacato -, ha ufficializzato a Fisascat Cisl Filcams Cgil Uiltucs Uil territoriale nel corso di un incontro - si è tenuto ieri - ndr - la chiusura al pubblico dal 15 gennaio 2017 del proprio punto vendita dove attualmente sono occupati 21 dipendenti».

I conti che vanno male sarebbero la causa della chiusura di Brico a Taranto. Dice infatti la Cisl: «La perdita finanziaria del centro, stabilizzata da quattro anni, ammonterebbe a 2 milioni di euro stando a quanto hanno dichiarato i rappresentanti aziendali e in particolare per il 2016 essa dovrebbe essere pari a 400 mila euro».

«Noi abbiamo bollato tale atteggiamento aziendale come quanto meno vergognoso - commenta Antonio Arcadio, segretario Fisascat Cisl Taranto - considerato che in questi anni mai l’azienda ha inteso investire sul punto vendita di Taranto, mentre oggi, in appena 15 minuti, i suoi rappresentanti hanno pensato di liquidare la pratica della messa sul lastrico 21 famiglie, le quali, credibilmente, saranno disperate per la prospettiva di perdere il lavoro».

La Fisascat Cisl dichiara di aver «denunciato, nel corso dell’incontro, l’incomprensibile decisione assunta dal management aziendale che mal si concilia con l’imminente allargamento del 20 per cento degli attuali spazi del centro commerciale Auchan, come pure l’ingiustificabile disimpegno con cui da oltre un anno è stato tenuto chiuso il reparto falegnameria e nulla mai è stato fatto per ripristinarne il ciclo produttivo, così perdendo via via clienti». «Altri dati oggettivi da noi acquisiti - evidenzia Arcadio - si riferiscono al punto vendita Leroy Merlin di Mesagne, che fa parte dello stesso gruppo del Brico Center e dichiara che lo scontrino medio rivela un fortissimo numero di clienti tarantini».

Intanto, su richiesta dei tre sindacati di categoria che hanno chiesto all’azienda di rivedere le proprie decisioni, «le parti - annuncia la Cisl - si rincontreranno giovedì 1 dicembre» mentre per domani alle alle 10.30 «è stata convocata un’assemblea di tutto il personale Brico Center di Taranto per decidere le iniziative da intraprendere».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400