Cerca

la Taranto-Talsano «I lavori finiranno a giugno»

I due lotti della tangenziale sud Tamburranno: il contenzioso con l'impresa del primo lotto? Quasi risolto

la Taranto-Talsano «I lavori finiranno a giugno»

di FABIO VENERE

«Le preoccupazioni dei sindacati? Il mio obiettivo è portare a compimento un’opera infrastrutturale strategica per migliorare i collegamenti di Taranto. Sono da definire piccole questione, davvero piccole rispetto all’importanza di quest’opera». Il presidente della Provincia di Taranto, Martino Tamburrano, minimizza i timori che, invece, agitano i sindacati degli edili che, tra le tante emergenze (Cementir, Ilva), si trovano a gestire ora anche gli annunciati 11 licenziamenti degli operai impegnati nella realizzazione del primo lotto.

Il capo dell’Amministrazione provinciale spiega meglio i termini della complessa e controversa questione sottolineando che «per quel che riguarda il primo lotto, qui i lavori sono fermi da almeno un anno a causa anche delle difficoltà incontrate con l’Aqp per la progettazione del nuovo impianto fognante di via Consiglio e con l’Enel per il trasferimento di alcuni cavi. Sul tavolo, a questo punto, c’è solo da definire - fa sapere Tamburrano - a chi spetti erogare all’impresa le cosiddette riserve finanziarie. Si tratta di somme che deve incamerare ed il cui importo oscilla, nonostante le pretese inizialmente fossero più elevate, intorno ai 4,5 milioni di euro. Ecco, dobbiamo solo comprendere se spetta pagare alla Provincia o alla Regione». Ed ancora, è sempre il presidente Tamburrano ad aggiungere che «per quel che riguarda il secondo lotto della Taranto-Talsano, ovvero della cosiddetta Tangenziale Sud che poi condurrà sino ad Avetrana, i lavori sono in corso regolarmente. Bisogna, anche in questo caso, decidere con la Regione Puglia - insiste Tamburrano - in quale misura utilizzare i 9 milioni di euro rivenienti dal ribasso d’asta della gara d’appalto del secondo lotto». Poi, sempre da parte di Tamburrano, l’annuncio: «I lavori del primo lotto dovrebbero riprendere, finalmente, entro ottobre-novembre prossimi e, quindi, penso che per il prossimo giugno potremo inaugurare sia il primo che il secondo lotto consentendo così agli automobilisti di andare da Taranto (svincolo Punta Penna-via Consiglio) a Talsano in quattro-cinque minuti. Poi, per il terzo lotto - conclude Tamburrano - i soldi dovrebbero essere messi a disposizione dal Cipe (Talsano-Pulsano) mentre il tratto finale, quello che va da Pulsano sino ad Avetrana, sarà finanziato con il Patto per la Puglia».

Sono in fase di superamento, infatti, i problemi che hanno bloccato per quasi un anno il cantiere del primo lotto quello che va da via Consiglio sino a via Lago di Pergusa. Nelle prossime settimane, infatti, la Regione Puglia e la Provincia di Taranto dovrebbero sbloccare il contenzioso che si aperto con l’impresa appaltatrice e con l’Aqp per quel che riguarda il nuovo impianto fognante. I lavori di questo primo lotto, salvo imprevisti, potrebbero poi concludersi nella prossima primavera. Analogamente, sempre tra aprile e giugno prossimi potrebbero terminare anche gli interventi previsti nell’ambito del secondo lotto, ovvero quello che va dalle rotatorie poste lungo la strada per Lama sino a via Rapiddi (i lavori in questo caso sono in corso). Il terzo lotto, quello che sarà finanziato con nuovi fondi Cipe, che è compreso tra Taranto Due ed il cimitero di Talsano.

Ma, a quanto è dato sapere negli ambienti vicini alla Provincia, questo dato positivo sui finanziamenti costituisce solo il primo di una serie di traguardi che, partendo dalla concertazione tra istituzioni, rappresentanze produttive e categorie sociali, potrebbe portare portare alla realizzazione di importanti interventi infrastrutturali e di servizio per l’intero territorio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400