Cerca

Giovedì 19 Aprile 2018 | 15:47

Chiuse le indagini

Ilva, ci sono quattro indagati
per la gestione della discarica

Ilva

L'Ilva

TARANTO - I finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di finanza di Taranto, su delega del pm della procura ionica Lanfranco Marazia, hanno notificato l'avviso di conclusione delle indagini a quattro direttori pro-tempore dello stabilimento siderurgico Ilva di Taranto e all’Ilva in amministrazione straordinaria per reati ambientali riferibili, specificamente, all’ipotesi di illecita gestione di una «discarica di rifiuti speciali, pericolosi ed ecotossici (classificati HP14 ai sensi del Regolamento 1357/2014 Ue), solidi e liquidi, rinvenuti in un’area interna all’opificio di circa 2.000 metri quadrati».

L’attività è stata sviluppata successivamente al sequestro di cinque vasche di raccolta di liquidi e solidi provenienti dall’impianto di laminazione dell’acciaio denominato Slabbing1 - Bra1, dismesso negli anni 1983-1984, contenenti circa 2.000 metri cubi di rifiuti oleosi contraddistinti dal codice Cer 160708; 33 bulks da 1.000 litri ciascuno contenenti rifiuti liquidi oleosi, in parte classificati come quelli precedenti; 30 sacconi in materiale sintetico contenenti rifiuti solidi dichiarati come «scarti della rottamazione» di tubazioni di gas coke, rimossi nello stesso stabilimento.

Per il reato di gestione non autorizzata di una discarica di rifiuti speciali, pericolosi ed ecotossici, è «ravvisabile la responsabilità amministrativa di Ilva in amministrazione straordinaria, in aggiunta alla responsabilità penale di quattro direttori pro-tempore dello stabilimento siderurgico di Taranto, le cui condotte illecite hanno comunque prodotto vantaggi alla stessa società». Lo precisano i finanzieri del Nucleo di Polizia tributaria della Guardia di finanza di Taranto, che hanno proceduto alla notifica degli avvisi di conclusione delle indagini.

Nonostante l’Ilva in amministrazione straordinaria «da circa 4 mesi abbia richiesto ed ottenuto - aggiungono le Fiamme gialle - autorizzazione ad eseguire la bonifica dell’area in sequestro, al momento la stessa non è stata ancora avviata». I reati contestati sono quelli di stoccaggio non autorizzato e abbandono continuato di rifiuti speciali pericolosi; gestione di discarica non autorizzata di rifiuti speciali pericolosi; violazione della disciplina sul trattamento delle acque meteoriche di dilavamento; miscelazione clandestina di rifiuti; omessa bonifica delle aree in sequestro contestato all’attuale direttore di stabilimento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

ospedale militare taranto

Aperto anche ai civili
ospedale militare di Taranto

 
«Ilva, i contratti con Mittalsono coperti dal segreto»

«Ilva, i contratti con Mittal
sono coperti dal segreto»

 
Statua di Frizzi vicino a parco di San Giovanni Rotondo

Statua di Frizzi in un parco
di San Giovanni Rotondo

 
Asl Taranto: da annullare gara  segnalata da Striscia

Asl Taranto: da annullare
gara segnalata da Striscia

 
Tentata estorsione, fermati  avvocato e maresciallo Gdf

Tentata estorsione, fermati
avvocato e maresciallo Gdf

 
Fiera della letteratura  al Castello aragonese

Fiera della letteratura
al Castello aragonese

 
Taranto, Fondo antidiossinadona materiale per trapiantati

Taranto, Fondo antidiossina
dona materiale per trapiantati

 
Massafra, fermato albanese: in auto aveva 1,2 Kg di cocaina

Massafra, fermato albanese:
in auto con 1,2 Kg di cocaina

 

MEDIAGALLERY

Bradanica, dopo 50 anniaperti i primi 8 chilometri

Bradanica, dopo 50 anni
aperti i primi 8 chilometri

 
Blitz notturno nella città vecchia: 21 arresti

Blitz notturno nella città vecchia: 21 arresti

 
Tentata estorsione, fermati  avvocato e maresciallo Gdf

Tentata estorsione, fermati
avvocato e maresciallo Gdf

 
Tre arresti nel Foggianoper una serie di rapine e furti

Tre arresti nel Foggiano
per una serie di rapine e furti

 
Rapina ed estorsione ad Andria arrestati minori di 16 e 17 anni

Rapina ed estorsione ad Andria, arrestati minori di 16 e 17 anni

 
Barletta, in giro uomo armato di pistola

Barletta, in giro uomo armato di pistola

 
Bari, incendio in palazzina nel quartiere Poggiofranco

Bari, incendio in palazzina nel quartiere Poggiofranco

 

LAGAZZETTA.TV

Mondo TV
Stretta Fb su privacy, c'e' parental control

Stretta Fb su privacy, c'e' parental control

 
Notiziari TV
Ansatg delle ore 15

Ansatg delle ore 15

 
Economia TV
Portabilita' Rc auto per coppie di fatto

Portabilita' Rc auto per coppie di fatto

 
Calcio TV
E Simy fa Ronaldo

E Simy fa Ronaldo

 
Meteo TV
Previsioni meteo per giovedi', 19 aprile 2018

Previsioni meteo per giovedi', 19 aprile 2018

 
Italia TV
Colpo alla rete di Messina Denaro

Colpo alla rete di Messina Denaro

 
Spettacolo TV
Il narcos piu' famoso

Il narcos piu' famoso