Cerca

si sarebbe dovuta tenere domani

Il vescovo di Taranto annulla
la messa in suffragio di Mussolini

Monsignor Santoro: «Non si nega a nessuno, ma questa ha connotazione ideologica»

Il vescovo di Taranto annulla  messa in suffragio di Mussolini

TARANTO - L’arcivescovo di Taranto, monsignor Filippo Santoro, ha disposto l’annullamento della messa in suffragio di Benito Mussolini e Giovanni Gentile che si sarebbe dovuta tenere domani nella parrocchia del Sacro Cuore in Taranto. «Fatto salvo che la messa in suffragio non si nega ad alcun peccatore - è precisato in una nota diffusa nella tarda serata di ieri - è altresì vero che quella in questione assume una particolare connotazione ideologica» e questo ha indotto il vescovo a disporre che la celebrazione venga annullata.

Il manifesto di annuncio della messa promossa dai «missini di terra jonica» ha provocato la reazione di associazioni e movimenti che hanno fatto «appello alla coscienza democratica delle autorità civili e religiose locali e vigilerà affinché fermino questa improvvida iniziativa». Nella tarda serata di ieri, è arrivato quindi l’annuncio dell’annullamento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400