Cerca

Due incensurati

Mottola, rubano pc a minore
e chiedono il pizzo: arrestati

Prima hanno chiesto 100 euro minacciando la vittima con un cacciavite, poi la richieste è scesa a 80: all'appuntamento si sono presentati i Cc

manette

TARANTO - Due incensurati di Mottola, di 26 e 20 anni, sono stati arrestati e posti ai domiciliari dai carabinieri per estorsione ai danni di un 17 enne. Uno dei due giovani, il giorno prima, insieme a un terzo ragazzo in corso di identificazione, è entrato nel garage in uso al minorenne e ha minacciato un amico di quest’ultimo con un cacciavite, impossessandosi di un monitor per computer. Prima di allontanarsi, i due hanno intimato al malcapitato, trovatosi occasionalmente sul posto, di riferire al proprietario che per la restituzione della refurtiva avrebbe dovuto consegnare loro la somma di 100 euro.

Appresa tale notizia, il minorenne aveva contattato i malviventi che hanno ribadito la loro richiesta, poi scesa a 80 euro, minacciandolo inoltre di gravi ritorsioni ai suoi danni e dei suoi familiari se avesse riferito la vicenda a qualcuno e in particolare ai carabinieri. A questo punto la vittima, unitamente ai genitori, ha deciso di denunciare l'accaduto. I militari hanno predisposto un servizio di appostamento nel corso del quale hanno sorpreso i due estorsori mentre incassavano il denaro. La refurtiva è stata recuperata e restituita al legittimo proprietario. Uno dei due arrestati risponde anche di rapina.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400