Cerca

In occasione del lancio

Grottaglie, in 200 protestano
per il progetto droni all'aeroporto

Al convegno anche il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio. Tra i manifestanti rappresentanti delle associazioni che invocano l’utilizzo dello scalo per i voli civili

Il sindaco di Grottaglie«Altro schiaffo all'aeroporto»

GROTTAGLIE (TARANTO) - Circa duecento persone hanno manifestato all’ingresso dell’aeroporto 'Arlottà di Grottaglie in occasione del lancio della piattaforma di sperimentazione dei velivoli senza pilota comandati da remoto. Tra i manifestanti ci sono rappresentanti delle associazioni che invocano l’utilizzo dello scalo per i voli civili e cittadini che protestano per il depotenziamento dell’ospedale locale.Anche il sindaco di Grottaglie, Ciro Alabrese, ha espresso il dissenso per il progetto dei droni che escluderebbe, secondo alcune interpretazioni, i voli passeggeri.

Al convegno ha partecipato anche il ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio. «Questa è una esperienza di successo, una esperienza in cui il nostro Mezzogiorno guida l’Italia su una frontiera della tecnologia dell’innovazione», ha detto riferendosi alla sperimentazione per aeromobili a pilotaggio remoto.

Le prime prove ('test bed’) di utilizzo dei droni sono state fatte nel mese di dicembre nell’ambito del progetto 'lnsurè che rientra nel programma europeo Sesar (Single european Atm research), un programma volto a revisionare lo spazio aereo europeo sviluppando la ricerca di sistemi di controllo di traffico aereo omogenei e moderni. «Si tratta - ha aggiunto il ministro - di una scelta giusta che ha un grande futuro è una grande prospettiva di crescita in termini occupazionali. Siamo qui a valorizzare questa esperienza perché darà molta soddisfazione a tutto il Paese». 

Lo scorso maggio si insediò il tavolo tecnico per stabilire le regole per l'integrazione dei droni nello spazio aereo civile e attrarre nuovi investimenti e fu sottoscritta la convenzione tra l'Agenzia spaziale italiana e la Regione Puglia per la valorizzazione dell’infrastruttura. L’aeroporto di Grottaglie è considerato come luogo ideale per la sperimentazione dei velivoli a pilotaggio remoto da parte dell’Unione Europea, ma anche per la ricerca e la progettazione la prospettiva è quella di far convivere in un cielo unico europeo velivoli con e senza pilota.

La sessione dei primi test, avviati nel dicembre scorso dalle società Ingegneria dei sistemi, Sistemi dinamici e Ans Cr-Navigazione aerea della Repubblica Ceca si è concretizzata in una serie di voli del velivolo Hero, sistema Sapr ad ala rotante con stazione di comando mobile a terra sviluppato dalla società Sd Sistemi Dinamici.

Al lancio della piattaforma di sperimentazione dei droni erano presenti anche l’amministratore unico di Adp, Giuseppe Acierno, il direttore Strategie, Sviluppo dei Mercati e del Business di Finmeccanica, Giovanni Soccodato, il presidente, Enac Vito Riggio, il direttore generale Enav, Massimo Bellizzi e il segretario generale del ministero della Difesa, gen.Carlo Magrassi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400