Cerca

A Taranto

Sequestrata l'area di un bar
coinvolti dirigenti comunali

Accertata la realizzazione di una struttura in assenza di permesso a costruire, con una successiva autorizzazione rilasciata in violazione di norme regolamentari. Indagati anche il geometra responsabile dei lavori e il titolare dell’esercizio commerciale

Sequestrata l'area di un bar  coinvolti dirigenti comunali

TARANTO - Lo spazio antistante un noto bar di Taranto, privo di autorizzazione, è stato sottoposto a sequestro preventivo dai carabinieri su decreto emesso dal gip Valeria Ingenito su richiesta del sostituto procuratore Daniela Putignano. Sono cinque gli indagati: tre dirigenti del Comune di Taranto, il geometra responsabile dei lavori e il titolare dell’esercizio commerciale. Sono ipotizzati i reati di l’abuso d’ufficio, falso ideologico commesso dal privato in atto pubblico, abusivismo edilizio e invasione di suolo pubblico.

Le indagini condotte dai militari avrebbero accertato la realizzazione della struttura in assenza di permesso a costruire, con una successiva autorizzazione rilasciata dai dirigenti pubblici in violazione di norme regolamentari. Struttura che, nel corso degli ultimi tre anni, era stata più volte sanzionata dagli organi di polizia, senza che il dirigente comunale adottasse l’ordinanza di demolizione, commettendo - sostengono gli inquirenti - gravi omissioni che hanno procurato un ingiusto vantaggio all’esercente. L’intervento di altri due dirigenti di settore avrebbe poi permesso al titolare, sulla base di una falsa attestazione del progettista, di ottenere l'autorizzazione illegale a sanatoria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400