Cerca

Taranto, arrestato uno scafista 18enne

Taranto, arrestato uno scafista 18enne
TARANTO - Nel corso delle operazioni di sbarco dei circa 600 immigrati arrivati lunedì nel porto di Taranto a bordo di Nave Aviere della Marina militare, gli agenti della Squadra Mobile della Questura del capoluogo jonico hanno identificato e fermato per favoreggiamento all’immigrazione clandestina un diciottenne egiziano.

Nelle ore immediatamente successive i poliziotti, ascoltando alcuni profughi di nazionalità libica e marocchina, hanno assunto informazioni che hanno fatto emergere come il giovane fosse al timone del barcone salpato la notte tra il 4 d il 5 dicembre scorso dalla coste libiche, nei pressi di Tripoli. L'imbarcazione con 241 persone a bordo fu poi intercettata al largo delle coste italiane dalla nave della Marina Militare. L’egiziano è stato accompagnato in carcere. L’attività degli agenti dell’Ufficio Immigrazione della Questura, durata tutta la notte successiva allo sbarco, ha permesso di identificare e registrare i 603 migranti giunti lo scorso sette dicembre.

Nel corso delle operazioni il personale è riuscito a distinguere tra tutti gli immigrati quelli effettivamente richiedenti asilo politico dai cosiddetti «migranti economici». Infatti per 160 di loro, in gran parte di origine maghrebina, sono stati emessi i decreti di respingimento dal territorio nazionale, anche con accompagnamento presso i Centri di identificazione ed espulsione nazionali. Nel 2015, a partire dal marzo scorso, mese in cui è stato registrato il primo sbarco di migranti, 36 sono stati gli scafisti individuati e fermati dagli agenti della Questura di Taranto. Inoltre altri 5 cittadini stranieri di origine nordafricana sono stati arresti perché irregolari sul territorio nazionale o destinatari di precedenti decreti di espulsione

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400