Cerca

Laboratorio di mosaico per ragazzi tarantini

Laboratorio di mosaico per ragazzi tarantini
TARANTO – Realizzare un mosaico tipico delle grandi Domus romane, riprodurre monete utilizzate nell’antica Roma per giocare al Capita aut Navia (antenato dell’odierno "testa o croce"), e infine visitare in esclusiva i nuovi scavi archeologici. Tutto questo sarà possibile domenica prossima, 18 ottobre, nel Parco Archeologico di Saturo (marina di Leporano, Taranto).
Si tratta dei laboratori di archeologia sperimentale "Vivi la Storia Antica" ideati e curati dalla Cooperativa Polisviluppo.  Il Parco di Saturo ricorda la nota – in questi anni è diventato un centro laboratoriale per turisti e scolaresche, provenienti dall’intero Mezzogiorno d’Italia, con ricostruzioni storiche che riescono a restituire alla fruizione pubblica materie notoriamente complesse come l’archeologia e la storia antica.

Sempre nell’ottica di rilancio culturale dell’importante area archeologica di Saturo – promontorio dove ebbe origine la storia di Taranto – in questi giorni sono partiti i nuovi scavi archeologici nell’Acropoli, curati dall’Università di Roma con la direzione del Prof. Lippolis. Gli scavi saranno visitabili in anteprima proprio domenica, nell’ambito di una visita guidata collegata al laboratorio.

"Dopo il focus sulla preistoria – spiega l’archeologo Gianluca Guastella – abbiamo immaginato un salto temporale nell’Antica Roma, alla scoperta della raffinata arte dei mosaici pavimentali. Il pubblico potrà così realizzare un mosaico su supporti lignei e riprodurre, utilizzando tessere in argilla colorata, i soggetti raffigurati nei pavimenti musivi delle grandi Domus romane rinvenute negli scavi archeologici a Taranto. Infine, attraverso l’utilizzo di un calco, si riprodurranno le monete romane raffiguranti il dio Giano, utilizzate nell’antica Roma sia come gioco che come dono di buon auspicio".
La visita guidata riguarda le aree di Saturo riferibili al periodo (in particolare Villa Romana, Grandi Terme, Pars Rustica, Grande Cisterna Romana) e i nuovi scavi in corso con spiegazione del contesto archeologico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400