Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 00:41

Aggressione sindaco Taranto la donna patteggia otto mesi

Aggressione sindaco Taranto la donna patteggia otto mesi
TARANTO - Ha patteggiato otto mesi di reclusione, con pena sospesa, Stefania De Pace, di 37 anni, la donna che mercoledì scorso era stata posta ai domiciliari dopo aver aggredito il sindaco di Taranto Ippazio Stefano nell'atrio del municipio. Il giudice monocratico Loredana Galasso, che aveva revocato la misura restrittiva il giorno successivo, ha accolto la richiesta della difesa di concordare la pena, con il parere favorevole del pubblico ministero.

La donna, difesa dall'avvocato Fausto Soggia, si era recata dal sindaco per chiedere nuovamente un contributo economico per la casa (già percepito nei mesi scorsi) dopo aver ricevuto una notifica di sfratto. Il primo cittadino le aveva chiesto di tornare il giorno dopo e la 37enne aveva reagito colpendolo con un pugno allo sterno, nel punto in cui Stefano ha subito di recente un intervento chirurgico con l'applicazione di un pacemaker. Era stata così bloccata e arrestata dalla polizia locale per violenza, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione