Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 02:28

Marò, il presidente della Repubblica «Ci batteremo con determinazione» Nuovo braccio di ferro tra Italia e India

Marò, il presidente della Repubblica «Ci batteremo con determinazione» Nuovo braccio di ferro tra Italia e India
ROMA – "L'Italia è un paese pronto a proteggere i propri cittadini e che intende continuare a battersi con determinazione" per la liberazione dei due marò. Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, aprendo la conferenza degli ambasciatori alla Farnesina.

"Confermo l’impegno del governo per difendere le ragioni dei Marò Massimiliano Latore e Salvatore Girone nelle sedi internazionali che abbiamo deciso di attivare"., ha poi affermato  il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni.

"Queste parole sicuramente arrecano speranza e conforto". Così Paola Moschetti, compagna del fuciliere di Marina, Massimiliano Latorre, commenta le parole del Capo dello Stato, Sergio Mattarella, che ha "confermato l’impegno del governo per difendere le ragioni dei marò Massimiliano Latore e Salvatore Girone nelle sedi internazionali che" l’Italia ha "deciso di attivare".

Mattarella si è riferito alla probabilità che l’India, nell’udienza del prossimo 10 agosto, respinga la richiesta dell’Italia di dirimere con l’arbitrato internazionale il caso dei due fucilieri accusati di aver ucciso due pescatori indiani scambiandoli per pirati. Il governo italiano ha chiesto anche che, fino a quando l’arbitrato non si fosse concluso, Girone rientri in Italia mentre Latorre rimanga in patria per curarsi.

Riferendosi ancora alle parole di Mattarella e di altri esponenti del "governo" che hanno sottolineato la necessità di far valere le ragioni dell’Italia, Moschetti ha precisato che  "sicuramente ci rende felici vedere che c'è questa unità nei confronti di questa vicenda". E che, ha concluso, "vengono ribaditi interesse e vicinanza" al caso dei due fucilieri. 

"Massimiliano adesso è ancora concentrato a curarsi. Ogni giorno, per la terapia, è seguito in ospedale dal dottor Mendicini. Per il resto, vedremo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione