Cerca

Agguato a San Vito ferito un 49enne

Agguato a San Vito ferito un 49enne
TARANTO - Si torna a sparare in città. Ieri sera attorno alle 21 in via Storione a San Vito qualcuno ha esploso due colpi di pistola all’indrizzo del 49enne Carmine Tardiota, un uomo già noto alle forze dell’ordine e residente al rione Tamburi.

È stato lo stesso Tardiota a recarsi in ospedale per essere medicato. I medici hanno constatato che era stato raggiunto da un proiettile al torace, con una costola che fortunatamente ne ha interrotto la corsa, e da uno alla coscia destra.

Ai carabinieri del Reparto operativo, guidati dal tenente colonnello Giovanni Tamborrino, Tardiota ha spiegato di essere stato avvicinato da due persone incappucciate che senza un motivo plausibile gli hanno esploso contro alcuni colpi di pistola.

Una versione che non ha convinto gli inquirenti anche perché il 49enne non ha fornito indicazioni sul luogo della sparatoria, né tantomeno ha detto qualcosa su chi lo ha accompagnato all’ospedale Santissima Annunziata.

Tardiota è stato poi condotto al Policlico di Bari in quanto a Taranto non c’è il reparto di chirurgia toracica, indispensabile per poter procedere alla rimozione del proiettile rimasto incastrato nella costola. Tardiota non è comunque in pericolo di vita.

Dopo qualche minuto dall’episodio i militari sono riusciti a risalire al luogo della sparatoria, collegando una telefonata anonima giunta al 112 che segnalava colpi di arma da fuoco in via Storione.

Una pattuglia dei militari si è recata in via Storione, trovando tracce di sangue sull’asfalto. Sono così giunti sul posto i carabinieri della Sezione investigazioni scientifiche per i rilievi di rito indispensabili per le indagini.

I carabinieri stanno passando al setaccio la vita di Carmine Tardiota per risalire ad elementi utili a inquadrare il fatto di sangue. Al vaglio anche gli ultimi movimenti e il cellulare dell’uomo.

Ancora troppo presto per dare una direzione precisa alle indagini, per capire se cioè si è trattato di un banale litigio, come Tardiota ha cercato di avvalorare con le sue confuse dichiarazioni, o se invece si tratta di un episodio che racchiude altro tipo di spiegazioni.

Sempre a San Vito, qualche settimana fa c’era stata una sparatoria che aveva visto quale vittima il titolare di un esercizio pubblico.

Mimmo Mazza

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400