Cerca

Caso marò:«Rientri anche Girone» Le richieste dell'Italia ad Amburgo

Caso marò:«Rientri anche Girone» Le richieste dell'Italia ad Amburgo
NEW DELHI - L'Italia ha chiesto oggi al tribunale internazionale del diritto del mare di Amburgo che, fino alla conclusione del procedimento dell’arbitrato, Massimiliano Latorre possa restare in Italia e Salvatore Girone possa farvi rientro. Chiesta inoltre la sospensione della giurisdizione a carico dei marò in India. Lo riferisce la Farnesina in una nota.

L'iniziativa odierna, prosegue la nota, è dettata dalla necessità di tutelare i diritti dei fucilieri di Marina e dell’Italia durante lo svolgimento del procedimento arbitrale avviato il 26 giugno. Come da prassi, il percorso che porterà il tribunale di Amburgo ad esprimersi sulle istanze italiane dovrebbe completarsi entro alcune settimane.

"Come previsto dalla procedura arbitrale avviata a fine giugno, oggi l’Italia ha chiesto la sospensione della giurisdizione a carico dei fucilieri trattenuti in India per consentire, fino alla conclusione del procedimento di arbitrato internazionale, a Latorre di rimanere in Italia e a Girone di farvi rientro. Questo scenario rappresenterebbe un punto di svolta molto importante".Lo sottolinea Nicola Latorre, senatore del Pd e presidente della commissione Difesa a Palazzo Madama. "Ora attendiamo che l'India faccia le sua valutazioni e gli ultimi atteggiamenti assunti dalle autorità indiane ci inducono – sostiene Latorre - a essere fiduciosi". "Comunque prosegue il nostro impegno affinchè questa vicenda possa risolversi al più presto e nel pieno dei diritti dei nostri Marò" conclude il presidente della commissione Difesa del Senato.

"Ci auguriamo che la richiesta italiana alla Corte internazionale possa riportare in un tempo breve Salvatore a casa". Lo dice Alessandro Girone, fratello del fuciliere di Marina Salvatore Girone.  "Auspico – aggiunge – che in un momento così delicato e importante, tutta l’Italia continui ad essere unita e a supportare gli addetti ai lavori ad affrontare le vicissitudini di questa vicenda in una unica direzione".

"Salvatore sta bene e affronta le giornate con grande dignità lavorando e studiando". "Ovviamente – precisa – Salvatore si augura anche lui, in prima persona, che tutto finisca il prima possibile per riabbracciare tutta la famiglia".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400