Cerca

Venerdì 20 Ottobre 2017 | 01:40

Lavoro, entro novembre firmato contratto sviluppo per Taranto

Lavoro, entro novembre firmato contratto sviluppo per Taranto
TARANTO – Sarà firmato entro novembre il Contratto Istituzionale di Sviluppo (CIS) per l’Area di Taranto previsto dal decreto del 24 dicembre 2014, convertito in legge nel marzo scorso. Oggi si è insediato ufficialmente nella prefettura del capoluogo jonico il tavolo per Taranto presieduto dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti, che ha riunito tutte le parti interessate anche per fare il punto sui progetti già pronti. Gli interventi saranno gestiti da una unica governance interistituzionale.
Oggi è stato definito un cronoprogramma che consentirà di arrivare, dopo un nuovo incontro a palazzo Chigi i primo di settembre, alla definizione entro il 30 dello stesso mese di una bozza del contratto. A ottobre il passaggio al Cipe per l'allocazione delle risorse. Nel frattempo la definizione di un Nucleo operativo tecnico dei ministeri, in supporto alle amministrazioni locali, che accelera le procedure di tutti i progettisti già finanziati.
"E' emerso intanto che abbiamo una massa di risorse importante già stanziata per Taranto e in totale parliamo di oltre 600 milioni tra porto, piattaforma logistica, bonifiche, azioni di reindustrializzazione, rigenerazione urbana della città vecchia". Lo ha spiegato il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti parlando con i giornalisti al termine del Tavolo per Taranto, che sottoscriverà entro novembre il Contratto Istituzionale di Sviluppo (CIS) per riqualificare e valorizzare le emergenze urbane, storiche e culturali della città.
"Noi – ha aggiunto De Vincenti – dobbiamo utilizzare bene queste risorse finalizzandole, allocandole sulle priorità della città e dell’area di Taranto dal punto di vista sia ambientale che del rilancio economico e civile, culturali di questa terra, che ha delle grandi potenzialità".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione