Cerca

Bonelli: lascio la guida dei Verdi su di me pende la fatwa politica

Bonelli: lascio la guida dei Verdi su di me pende la fatwa politica
TARANTO – "Lascio la guida dei Verdi". Lo annuncia su Facebook il co-portavoce nazionale dei Verdi Angelo Bonelli sottolineando che "da anni e anni i Verdi sono stati fatti sparire dall’informazione radio-tv a partire da quella pubblica!" Ora "spero sappiano trovare la giusta strada considerato che su di me pende la fatwa politica". 

"Farò il militante Verde, scriverò , seguirò il processo Ambiente Svenduto a Taranto. Ringrazio con molto affetto chi mi è stato vicino, gli amici di Taranto e pugliesi, gli amici verdi e non di tutta Italia", scrive Bonelli scegliendo il social network per annunciare il suo addio al timone del partito. "Lo fa, scrive, "per una scelta di vita" e per "un particolare per me insopportabile e doloroso. Da anni e anni i Verdi sono stati fatti sparire dall’informazione radio-tv a partire da quella pubblica! Eppure noi facciamo le nostre battaglie e le nostre proposte!".

Quindi Bonelli ricostruisce la sua storia politica e di ambientalista partendo dall’iscrizione nei Verdi del 1992. "Fui eletto consigliere circoscrizionale e nel 1993 presidente circoscrizione. Mi chiamavano il Torquemada del litorale perchè iniziai a fare pagare le tasse agli stabilimenti balneari (10 miliardi di lire) e cominciai ad abbattere le case abusive nelle aree vincolate". Poi sottolinea che la sua azione politica "non è mai stata amata da un pezzo della sinistra italiana. Infatti quando mi sono candidato a Taranto la sinistra ha reagito violentemente contro di me. Fui definito avvoltoio. In virtù di quella scelta fui espulso da ogni luogo della politica nazionale come se fossi un appestato. Non ho letto articoli o prese di posizione di intellettuali, associazioni di rilievo nazionale che abbiano speso una parola in difesa della popolazione tarantina".

Dopo "tanti anni passati a far battaglie e proposte in difesa del popolo inquinato, e orgoglioso della dignità integra e della mia coerenza – conclude Bonelli – è arrivato il momento di far fare ad altri quello che ho fatto, a partire dalla guida dei Verdi, che spero sappiano trovare la giusta strada considerato che su di me pende la fatwa politica".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400