Cerca

Venerdì 20 Ottobre 2017 | 21:53

Occupazione abusiva stabilimento balneare sequestrato a Taranto

Occupazione abusiva stabilimento balneare sequestrato a Taranto
TARANTO – Personale militare del Nucleo difesa mare della Capitaneria di porto di Taranto, con la collaborazione della Polizia locale di Taranto, ha eseguito un decreto di sequestro preventivo emesso dal gip del tribunale ionico nei confronti dello stabilimento balneare denominato 'Le Mareè meglio noto come 'Puerto Higo Chumbò, ubicato in località 'Lamà del Comune di Taranto in relazione all’occupazione demaniale dallo stesso realizzata in quel tratto di costa.

Le indagini hanno permesso di accertare la presenza su pubblico demanio marittimo di numerose opere illegali (strutture in legno e metalliche, una piattaforma di 350 mq, camminamenti/pedane/passerelle in legno ancorate con struttura metallica infissa negli scogli, una discesa a mare di 30 metri di lunghezza ed uno di larghezza), realizzate in area sottoposta a vincoli paesaggistici e idrogeologici e in assenza dei prescritti titoli abilitativi. Sia il precedente che l'attuale amministratore unico della società titolare dello stabilimento sono stati denunciati per la abusiva occupazione di area demaniale marittima, per la realizzazione di opere non autorizzate e per le ipotesi di reato di natura edilizia e paesaggistica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione