Cerca

Nell'Ilva per rubare rame cade inseguito dai vigilanti  gravissimo giovane ladro

Nell'Ilva per rubare rame cade inseguito dai vigilanti  gravissimo giovane ladro
TARANTO – Non è stato ancora identificato, perchè privo di documenti, ed è piantonato in ospedale in stato di arresto per furto aggravato il giovane (probabilmente straniero) che nella tarda serata di ieri è precipitato da un cavalcavia (da un’altezza di quattro metri) nella zona Pca dello stabilimento Ilva di Taranto mentre fuggiva dopo aver rubato cavi di rame. Il ladro è ricoverato in gravi condizioni e i medici si sono riservati la prognosi. Sono rimasti feriti anche i due vigilanti che lo inseguivano, Gianluca Zaccaria (trauma cranico) e Leonardo Bonomo (frattura agli arti inferiori), ma il loro quadro clinico non è considerato preoccupante.

Le indagini sono condotte dagli agenti della sezione Volanti che sono intervenuti sul posto in seguito a una segnalazione pervenuta dallo stabilimento Ilva. I due vigilanti erano stati allertati da un loro collega in merito alla presenza di un uomo che, a più riprese, si era introdotto in un capannone di una ditta privata ed aveva tagliato e portato via alcuni spezzoni di cavo di rame di grosse dimensioni. Vistosi scoperto, il ladro si è dato alla fuga precipitando nella scarpata e rimanendo ferito gravemente. In seguito sono caduti dal cavalcavia anche gli inseguitori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400