Cerca

Martedì 24 Ottobre 2017 | 08:02

Volti e storie ispirazione per novelli registi

TARANTO - Mettere insieme le tante facce della città di Taranto e raccontarle con gli occhi dei diretti protagonisti: i tarantini stessi. Con questa finalità nasce il «Taranto Social Film - cosa c’è sotto la polvere», un esperimento cinematografico innovativo per il territorio jonico. Tutti possono far parte del progetto. Cittadini, videomaker (professionisti o amatoriali), giovani e meno giovani
Volti e storie ispirazione per novelli registi
TARANTO - Mettere insieme le tante facce della città di Taranto e raccontarle con gli occhi dei diretti protagonisti: i tarantini stessi. Con questa finalità nasce il «Taranto Social Film - cosa c’è sotto la polvere», un esperimento cinematografico innovativo per il territorio jonico. Nato da un’idea di Valeria Pesare, che curerà la direzione artistica del progetto, (che sarà presentato questa mattina, alle 10, al cinema «Bellarmino», in Corso Italia 184), e promosso dall’associazione culturale «Fuori Fuoco», il «Taranto Social Film» vuole diffondere un’immagine diversa di una realtà troppo spesso legata solo alle problematiche e non alle tante eccellenze presenti. Il sottotitolo dell’inizia - tiva «Cosa c’è sotto la polvere», riassume uno dei tanti obiettivi del progetto: andare oltre le difficoltà e mostrare i lati più belli della città.

Tutti possono far parte del progetto. Cittadini, videomaker (professionisti o amatoriali), giovani e meno giovani: chiunque può realizzare un video, con uno smartphone o una videocamera, che risponda a: Cosa è Taranto? Qual è la vera immagine di Taranto? Cosa c’è sotto la polvere? Taranto Social Film è infatti ispirato agli esperimenti cinematografici di «Life in a day» di Ridley Scott e, nel nostro Paese, di «Italy in a day» di Gabriele Salvatores e sarà realizzato con le stesse modalità.

I video dovranno essere inviati agli organizzatori del progetto dal 21 marzo al 15 aprile prossimi, all’indirizzo di posta elettronica: tarantosocialfilm@gmail.com e dovranno avere le seguenti caratteristiche: durata massima di 5 minuti; girato tra il 1° gennaio 2014 e il 15 aprile 2015; sviluppato in orizzontale con audio e dialoghi; girato con smartphone, reflex, videocamera.
I video verranno valutati da professionisti del settore audiovisivo, con la regia che verrà affidata ad un regista pugliese che realizzerà il prodotto finale. Per maggiori informazioni e contatti: Valeria Pesare 348.8990336; email: tarantosocialfilm@gmail.com; facebook.com/tarantosocialfilm; facebook.com/associazionefuorifuoco; tarantosocialfilm.wordpress.com. [de.picc.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione